Seguici su

Cerca nel sito

#Usa, un altro nero ucciso dalla Polizia a Los Angeles, aveva 18 anni

Il giovane nero è morto proprio nella strada in cui viveva con la sua famiglia

#Usa, un altro nero ucciso dalla Polizia a Los Angeles, aveva 18 anni

Il Faro on line – Carnell Snell Jr, e’ il nome del 18enne afroamericano ucciso dalla Polizia a Los Angeles dopo un inseguimento con un’auto che si sospetta fosse rubata. Il secondo passeggero a bordo del veicolo e’ riuscito a fuggire e a terra, a pochi metri dall’auto e dalla casa di Carnell Snell dove il ragazzo e’ stato freddato, e’ stata trovata un’arma. Non e’ chiaro a chi appartenesse. Non e’ ancora chiaro se il 18enne fosse armato. Secondo alcune testimonianze Carnell stava fuggendo e aveva le mani in alto quando e’ stato colpito.

Un altro caso controverso, un’altra morte di un giovane nero sulle strade americane che subito si popolano di dimostranti: a Los Angeles – come a Charlotte nei giorni scorsi e a San Diego – alcune decine di persone sono scese in strada esigendo chiarezza e subito su quanto accaduto. La manifestazione ha bloccato uno dei principali incroci della zona nel sud della citta’, sono comparsi cartelli e scritte di ‘Black Lives Matter’, il gruppo ormai noto come portavoce della protesta contro la violenza della Polizia sugli afroamericani.

La morte di Carnell torna cosi’ ad alimentare le tensioni ormai costanti e in tutto il Paese. Nelle ultime settimane sono stati almeno tre i casi su cui e’ montata l’attenzione e in altrettanti stati: a Tulsa in Arizona, a Charlotte in North Carolina, a San Diego in California. A Charlotte la protesta e’ andata avanti per giorni e si e’ temuto che la situazione tornasse a sfuggire di mano assumendo dimensioni e intensita’ pari ai fatti di Ferguson e Baltimora, che sono forse lo spartiacque più recente, quando si sono verificati scontri, un manifestante e’ rimasto ucciso ed e’ stato proclamato lo stato di emergenza in città seguito dall’ordine di coprifuoco.

Stando alle prime ricostruzioni della Polizia, l’inseguimento con l’auto con a bordo Carnell ed un altro giovane e’ cominciata attorno alle 13 ora di Los Angeles, dopo che gli agenti avevano segnalato al veicolo di accostare nel sospetto che si trattasse di un’auto rubata e l’ordine era stato ignorato. I due ragazzi avevano poi abbandonato l’auto dandosi alla fuga ma sono stati inseguiti dai poliziotti. Uno dei due e’ riuscito a far perdere le sue tracce, mentre Snell, ha continuato a correre verso il retro di un’abitazione ed e’ a quel punto che gli agenti hanno fatto fuoco.

Era la sua casa ed e’ morto proprio nella strada in cui viveva con la sua famiglia. La sorella Trenell Snell, di 17 anni, ha detto che si trovava per strada con amici quando ha visto il fratello maggiore correre, in fuga dalla Polizia. Si e’ messa a correre a sua volta ed e’ caduta per terra quando ha sentito i colpi di pistola. Quando si e’ rialzata – ha raccontato – suo fratello era per terra, ammanettato. (ansa)