Seguici su

Cerca nel sito

Verona si aggiudica l’esordio sul campo del Top Volley Latina

Andrea Giani festeggia la panchina numero 100

Il Faro on line – La Calzedonia Verona si aggiudica la prima giornata della Superlega Unipolsai espugnando il PalaBianchini in tre set. Festeggia così la panchina numero 100 di Andrea Giani. Una gara iniziata sottotono per entrambi gli schieramenti ma con Verona brava a non regalare nulla agli avversari. Terzo set più equilibrato chiuso a muro nel finale dagli scaligeri che alla fine ne fa segnare 13 sul tabellino contro i 6 del Latina.

I locali partoni contratti ed è subito 0-4, accorciano sul 5-6 ma Kovacevic e compagni riallungano con un ace di Baranovicz 7-12 e poi 11-18, con Sottile al servizio si recupera fino al 15-20 ma Verona chiude 19-25. Nacci conferma Klinkenberg nel secondo set ma sono sempre gli scaligeri a portarsi avanti con due muri di Zingle 1-4 e poi sempre a muro con Anzani 6-13, Klinkenberg e Maruotti a muro cercano di riportare in partita i pontini 13-16, ma ancora Lecat e Anzani nel finale per il 20-25. Più equilibrato il terzo set con Rossi in campo, Latina va avanti con un ace di Maruotti 10-8, doppio muro di Lecat e ace di Storn per l’11-13, i pontini si riportano avanti con Gitto e ace di Sottile, il finale è punto a punto con Lecat per il 20-22, muro di Rossi per la parità e muro di Zingel che chiude 22-25

Andrea Giani schiera Baranowicz al palleggio e Stern opposto, Anzani e Zingel centrali, Kovacevic e Lecat schiacciatori, Giovi libero. Vincenzo Nacci risponde con Sottile in regia e Strugar opposto, Gitto e Quintana al centro, Maruotti e Penchev di banda, Fanuli libero.

S’inizia 0-4: muro Lecat, pipe e ace Kovacevic e muro Anzani: timeout Nacci. Errore di Lecat (2-4), errore di Stern (5-6), Baranovicz e Kovacevic di prima intenzione (6-10), dentro Klinkenberg, ace di Baranokicz (7-12) e Nacci ferma il gioco. Errore Maruotti e contrattacco Kovacevic (11-18), muro di Anzani (12-20), ace di Sottile e contrattacco di Maruotti (15-20), contrattacco di Klinkenberg (18-22), dentro Paolucci per il servizio muro di Zingel (18-24) e Lecat chiude il parziale 19-25.

Confermato Klinkenberg nel secondo set, muro di Zingel (0-2), che si ripete per l’1-4, errore pontino (3-7) e Kovacevic da seconda linea mette a segno il 4-9 con i pontini che chiedono tempo. Muro di Anzani (4-10), errore di Strugar (6-13) dentro Penchev, muro di Klinkenberg (8-13), muro di Maruotti (13-16), muro di Lecat, 13-18 e Nacci ferma il gioco. Sul 16-20 timeout di Giani. Sul 18-21 dentro Rossi, muro di Anzani (18-23) il parziale si chiude 20-25.

Terzo set con Penchev opposto e Rossi al centro, ace di Anzani (1-2), errore di Stern (3-2), contrattacco di Lecat (4-5), muro di Rossi (6-5), ace di Maruotti (10-8), doppio muro di Lecat e ace di Stern per l’11-13 e Nacci chiede tempo. Contrattacco di Kovacevic (12-15), muro di Rossi e contrattacco di Maruotti, 15 pari e timeout Verona. Gitto di prima intenzione (18-17), ace di Sottile (19-17), muro di Anzani (19-19), muro di Stern, 20-21 e i pontini fermano il gioco. Contrattacco di Lecat (20-22), dentro Pistolesi per il servizio, muro di Rossi (22-22), doppio muro di Zingel che chiude 22-25.

Andrea Giani: “Sono parte strane con poco materiale a disposizione da studiare per preparale. Siamo stati bravi in alcune situazioni e a commettere pochi errori. Faccio i complimenti a tutti i miei, abbiamo giocato da squadra senza l’alibi delle assenze. Sono contento un buon risultato. In questo momento le squadre non si possono valutare, Latina l’abbiamo messa subito sotto pressione, è troppo presto per dare un giudizio”

Vincenzo Nacci: “Abbiamo sofferto i primi due set il cambiopalla, anche perché la ricezione era sotto tono, dobbiamo migliorare a muro. Meglio il terzo set dove siamo cresciuti. Non sono preoccupato perché sono convinto che possiamo migliorare”.

Andrea Giovi: “Con Fanuli siamo stati compagni per anni a Perugia. Per quanto riguarda la partita è stato un buon inizio. Stiamo lavorando bene, con continuità e serenità”.

Fabio Fanuli: “Di positivo da questa gara c’è che abbiamo tanto margine di miglioramento. Abbiamo trovanto questa sere un Verona che ci ha messo subito in difficoltà con la battuta”.

Gianrio Falivene: “effettivamente è stata una brutta partita. Abbiamo faticato molto in ricezione e non siamo riusciti a trovare il ritmo. Nel terzo set siamo cresciuti un po’ e c’è stata la gara”