Seguici su

Cerca nel sito

#civitavecchia, FI: “I 5stelle possono parlare di tutto tranne che di giustizia”

Forza Italia: "Hanno più indagati loro che qualsiasi grande partito italiano"

#civitavecchia, FI: “I 5stelle possono parlare di tutto tranne che di giustizia”

Il Faro on line – “Cozzolino ed i cinque, anzi tre stelle (o forse tre stelline?) possono parlare di tutto tranne che di giustizia. Non foss’altro perché, in percentuale, hanno più indagati loro che qualsiasi grande partito italiano. Non lo diciamo noi: lo dicono le carte, con chi occupa le cariche amministrative per conto loro che ha fatto registrare il record. Anche se ora la situazione pare cambiata: nel senso che sono dimenticati i tempi in cui condannavano e processavano tutti. Adesso che hanno anche loro gli incarichi gli avvisi di garanzia, si può anche far finta di nulla. M5S ovvero, come dire tutto e fare il contrario di tutto…” – è quanto dichiara in una nota il gruppo FI di Civitavecchia.

“Ciò nonostante Cozzolino non ha ancora dismesso l’abito del giustizialista, laddove gli fa comodo per distogliere l’attenzione dal fallimento della sua amministrazione. Infatti sulla questione Face To Face, forse il Sindaco si è dimenticato che in Italia esistono  3 gradi di giudizio, quindi qualsiasi imputato ha la presunzione di innocenza fino al terzo grado. Tutto ciò senza voler aprire il capitolo della mala giustizia (basterebbe guardare che fine stanno facendo le maxi inchieste su Roma) e della voglia di ripercussione su nomi magari altisonanti in città”.

“Infine ricordiamo al Sindaco e alla sua Giunta in particolare al fido scudiero Manuedda che chi amministra può anche sbagliare e magari da qui a qualche tempo anche qualche atto della giunta Cozzolino potrebbe provocare qualche danno erariale al Comune. A patto che si produca qualche atto, questo sì: sarà per quello che a Palazzo del Pincio si batte la fiacca? Chissà. Certo, siamo davanti al peggio del peggio. Quanto dovrebbe bastare per lasciar stare i proclami da vetero-grillino e rimettersi a lavorare. Possibilmente, senza fascia tricolore…” – conclude la nota.