Seguici su

Cerca nel sito

#ostia, Assogna: “Finalmente dalla commissione della Soprintenza comunale il nulla osta per la scultura di Faella”

I Braccianti Romagnoli vanno doverosamente ricordati perchè senza la loro opera ci sarebbe ancora la persistenza della malaria

#ostia, Assogna: “Finalmente dalla commissione della Soprintenza comunale il nulla osta per la scultura di Faella”

Il Faro on line –  “Oggi alle 18, nella sala teatrale “Andrea Costa”, Via Cardinal Cibo n.4, si terrà la consueta riunione quindicinnale per discutere della collocazione, nel Monumento dei Bonificatori di Ostia Antica, della Scultura del Maestro Faella realizzata con gli Alunni della Scuola Fanelli in onore del 1° Presidente della Cooperativa Agricola Armuzzi e del Pioniere Romagnolo Bazzini. E’ stato accumulato un ritardo di oltre 2 anni per difficoltà di natura prettamente burocratica, tant’è che gli Alunni partecipanti nel frattempo hanno ovviamente cambiato Scuola” – è quanto comunica inuma nota Gioacchino Assogna Segretario Psi del X Municipio.

Rimane il grande significato di completare gli spazi del Monumento dando rilievo, dopo gli Scariolanti, che hanno bonificato materialmente la palude costruendo una efficace canalizzazione per lo scolo delle acque imbrigliandole distintamente tra quelle alte, quelle medie e quelle basse, che avevano bisogno delle pompe di sollevamento per il loro deflusso al mare essendo sotto il livello del mare, anche a coloro che hanno dato impulso alle attività agricole, come il Presidente della Coperativa Armuzzi, e alle attività economiche e commerciali, come il Pioniere Bazzini che aveva intuito gli sviluppi sia civili che economici conseguenti alla Bonificazione dei terreni”.

Nella riunione si metteranno a fuoco le idee per una valida valorizzazione dell’evento in concomitanza con il 132° Anniversario dell’arrivo dei Braccianti Romagnoli, che vanno doverosamente ricordati perchè senza la loro opera meritoria e il loro sacrificio avremmo conosciuto la persistenza della malaria e delle morti che produceva. Nella riunione di affronteranno anche le iniziative da intraprendere in relazione alla scadenza Referendaria per dare la dovuta informazione ai cittadini, senza lasciarli in balia degli spot giornalieri che Renzi lancia in tutte le Tv e nei giornali occupati quasi militarmente con pochissimi contraddittori, in quanto lui è allergico al pari di chi dentro il Pd prende posizione per il No al Referendum”.

“Ha furbescamente presentato il quesito Referendario strumentalmente e non in termini obiettivi come la legge normalmente indica. Non lo ha ovviamente formulato ad esempio,in base ai contenuti, “Volete voi che i Senatori non siano più votati dai cittadini, ma scelti dai Consigli Regionali?”. La riunione, come sempre, è aperta a tutti coloro che sono interessati a tali problemi e a quelli politici e amministrativi territoriali, Regionali e nazionali” – conclude Assogna.