Seguici su

Cerca nel sito

@RegioneLazio, approvate tre risoluzioni per il sisma che ha colpito Amatrice e Accumoli

In campo centrosinistra, centrodestra e 5 stelle

@RegioneLazio, approvate tre risoluzioni per il sisma che ha colpito Amatrice e Accumoli

Il Faro on line – Il consiglio regionale del Lazio ha approvato tre risoluzioni nella seduta convocata per le comunicazioni del presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti aventi ad oggetto il terremoto del 24 agosto scorso che ha colpito, tra gli altri, i comuni laziali di Amatrice e Accumoli.

La prima risoluzione approvata è a firma del consigliere Daniele Mitolo (PD) ed ha impegnato la Giunta, oltre a continuare negli impegni e nelle attività già avviati sin dai primi giorno dell’emergenza, a valutare insieme al Consiglio una legge regionale per la ricostruzione, a istituire un ufficio speciale per la ricostruzione composto da Regione e comuni interessati. Al più presto, sempre secondo questo atto di indirizzo, devono essere ristabilite le funzionalità del nuovo ospedale di Amatrice e della scuola alberghiera.

Anche il centro destra ha presentato una sua risoluzione, firmatari, tra gli altri, Francesco Storace (La Destra) e da Antonello Aurigemma (FI). Il Provvedimento impegna Zingaretti tanto a valutare rapidamente la proposta di legge n. 341 del 14 settembre “Disposizioni in materia di riduzione del rischio sismico e di ricostruzione dei comuni colpiti dal sisma”, quanto a ristabilire la piena funzionalità dell’ospedale “Grifoni” di Amatrice. Anche il “De Lellis” di Rieti va adeguato al rischio sismico.

L’atto, impegna altresì, il governatore a estendere il finanziamento per gli immobili delle zone terremotate pure ai magazzini e a quelli con altre destinazioni d’uso. Il presidente dovrà intervenire presso il governo per consentire ai comuni rimasti fuori dal decreto di accedere ai finanziamenti per sottoporre a verifica sismica gli edifici danneggiati o inagibili.

ll consigliere 5 stelle Davide Porrello ha, invece presentato una risoluzione  che impegna Zingaretti e assessori al varo di campagne di formazione sui terremoti e un sito web sulle attività amministrative, economiche e gestionali per emergenza e ricostruzione. Lo scopo, dicono i “pentastellati”, è garantire pubblicità e contrasto della corruzione. La Regione, inoltre, dovrà redigere un protocollo di intervento emergenziale per le aree rurali, specie per gli allevamenti, con indennizzi più alti per i danni provocati da fauna selvatica.