Seguici su

Cerca nel sito

#cerveteri, Zito, metano a Valcanneto: facciamo chiarezza

I cittadini che aderiscono alla campagna promozionale saranno comunque liberi di rivolgersi alle aziende di vendita presenti sul mercato

#cerveteri, Zito, metano a Valcanneto: facciamo chiarezza

Il Faro on line – “Ho letto in queste ore le dichiarazioni del Consigliere comunale Luciano Ridolfi sulla stampa locale in merito alla campagna promozionale per l’allacciamento alla nuova rete gas metano realizzata a Valcanneto. Ho voluto incontrare personalmente il Consigliere per approfondire le questioni poste”.

Il Vicesindaco di Cerveteri Giuseppe Zito è intervenuto a seguito delle dichiarazioni inviate alla stampa locale dal Consigliere Luciano Ridolfi.
“A seguito di questo confronto – ha detto il Vicesindaco Zito – è emersa la necessità di chiarire meglio alcuni aspetti. In primis, non c’è alcun obbligo imposto dal Comune né tanto meno dall’azienda Italgas ad aderire alla campagna promozionale, ma bensì è una libera scelta del cittadino. L’azienda Italgas non è una società di vendita del gas ma è la concessionaria della rete, quindi i cittadini interessati ad allacciarsi al gas metano rimarranno sempre liberi di rivolgersi per la stipula di un contratto ad una qualsiasi delle società di vendita presenti sul mercato”.

“Negli anni passati il Comune di Cerveteri ha indetto, dopo decenni di richieste da parte dei cittadini di Valcanneto – ha illustrato attentamente il Vicesindaco Zito – una gara per la concessione della rete gas e per la realizzazione della condotta di 13 chilometri per servire la frazione. L’azienda Italgas è risultata aggiudicataria di tale gara, nel corso della quale è emerso anche il prezzo di allacciamento per utente di 675 euro + Iva. A questo punto Italgas ha proceduto con i lavori di metanizzazione. Al termine dei collaudi, è emerso che 3 chilometri della tubatura posata non aveva superato il 100% delle prove di rito. Italgas ha quindi ritenuto di procedere con la sostituzione di questo tratto, causando chiaramente dei disagi alla cittadinanza per l’allungamento dei tempi previsti. L’Amministrazione Comunale, anche in virtù dei disagi subiti con il protrarsi degli scavi stradali, ha ottenuto da Italgas la disponibilità al rifacimento completo della rete stradale della frazione. Questo va sottolineato in maniera particolare, dal momento che la normativa prevede, di regola, la sola riasfaltatura della carreggiata su cui insiste lo scavo e non l’intera sede stradale come avverrà a Valcanneto. Inoltre l’Amministrazione, grazie anche al supporto del Comitato di Zona di Valcanneto, ha chiesto ad Italgas di poter abbattere i costi degli allacciamenti. La stessa Italgas, dopo una trattativa che con il Consigliere Comunale Stefano Bibbolino abbiamo intrattenuto per l’intera estate, ha proposto una campagna promozionale per chi aderiva entro il 31 Ottobre applicando uno sconto di circa il 50%, ponendo come unica condizione il raggiungimento di almeno 500 adesioni”.

Tutti i cittadini interessati ad allacciarsi alla nuova rete sono liberi di aderire alla campagna promozionale per avere diritto alla riduzione dei costi di allacciamento da 675 a 350 + Iva. Chi aderisce avrà il solo obbligo di procedere all’allacciamento, cioè a far arrivare la derivazione della rete dalla condotta principale alla presa che verrà collocata all’interno di una nicchia la cui predisposizione sarà a carico dell’utente stesso. Qui si interrompono gli obblighi che il cittadino si assume aderendo alla campagna promozionale. Solo in una fase successiva, quando il cittadino lo riterrà opportuno e solo dopo aver predisposto l’impianto interno, sarà possibile stipulare il contratto di fornitura di gas metano con la società di vendita prescelta. A questo punto verrà installato il contatore all’interno della nicchia già predisposta”.

“Infine – ha detto il Vicesindaco Zito – vorrei ringraziare il Comitato di Zona di Valcanneto che da anni lavora sul territorio fungendo da raccordo tra l’Istituzione comunale e la cittadinanza, rappresentando le problematiche dei cittadini e organizzando incontri con le Amministrazioni Comunali. La nostra Amministrazione, per andare incontro alle esigenze dei tanti cittadini che non potevano consegnare il modulo presso gli uffici, ha pensato che anche in questa occasione il CdZ potesse svolgere un importante lavoro di servizio alla comunità ed abbiamo chiesto loro di poter aprire uno sportello nei locali che abbiamo recentemente acquisito al patrimonio comunale.”