Seguici su

Cerca nel sito

#fiumicino, oltre 40 nuovi armadi stradali per la fibra ottica all’Isola Sacra

42 armadi stradali per la fibra ottica da 100 Megabit al secondo

#fiumicino, oltre 40 nuovi armadi stradali per la fibra ottica all’Isola Sacra

Il Faro on line – Dopo le proteste arrivano i chiarimenti. E sono buone notizie. “La centrale telefonica di Isola Sacra – afferma un comunicato Tim – è servita con 42 armadi stradali, nella quasi totalità dei quali sono già pienamente attivi i servizi in fibra ottica a 100 Megabit al secondo. La nuova rete in fibra ottica rappresenta un investimento aziendale importante e significativo. Il caso segnalato può rientrare tra le singole situazioni particolari, per l’elevata distanza di alcune case isolate dalla centralina o perché quest’ultima è ancora in corso di collaudo, che non denotano certo un fenomeno generalizzano come invece riporta l’articolo”. I problemi dunque, quando esistono, sono in via di risoluzione.

Intanto il Presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti, ha incontrato il Presidente di Telecom Italia, Giuseppe Recchi. Al centro del colloquio, lo stato di avanzamento del piano di copertura della regione in fibra ottica da parte di Tim e, in particolare, il nuovo progetto di cablaggio in tecnologia Ftth che l’azienda sta avviando a Roma con un investimento di oltre 158 milioni di euro nel triennio 2016-2018. Ad oggi nel Lazio la banda ultralarga a 100 Megabit di Tim raggiunge il 66% delle case, che diventeranno l’87% entro il 2018.
Grazie alla posa di 1,2 milioni di chilometri di fibra ottica per collegare le centrali ai cabinet stradali, sono oltre 60 i comuni già dotati di una infrastruttura a banda ultralarga, di cui 23 facenti parte del progetto Bul Lazio co-finanziato dalla Regione e da Tim con un investimento complessivo di circa 21,7 milioni di euro, frutto della collaborazione pubblico-privato.

A Roma, ha sottolineato Recchi nel corso dell’incontro, Tim sta realizzando un programma innovativo in tecnologia Ftth che prevede di portare la fibra ottica fino alle abitazioni per offrire ai romani collegamenti super-veloci fino a 1.000 megabit.
Per la posa della fibra verranno per lo più utilizzate infrastrutture sotterranee già esistenti e, in caso di necessità, si farà ricorso a tecniche di scavo non invasive e a basso impatto ambientale. Le iniziative nel Lazio rientrano nel piano nazionale di Tim per la banda ultralarga fissa e mobile che prevede investimenti di oltre 4,5 miliardi nel triennio 2016–2018 per raggiungere, a fine programma, l’84% delle abitazioni italiane con la fibra ottica e il 98% della popolazione con il 4G.