Seguici su

Cerca nel sito

#fiumicino, Insieme per la cultura: pronte 5.000 cartoline per il Parco

Petizione popolare per il villaggio eneolitico del Fianello

#fiumicino, Insieme per la cultura: pronte 5.000 cartoline per il Parco

Il Faro on line – Sono pronte 5000 nuove cartoline per chiedere al Ministro ai Beni Culturali Dario Franceschini di valorizzare e inserire nel nuovo parco Archeologico Ostia Antica -Fiumicino i tanti siti archeologici nella parte nord di Fiumicino.

Dopo una prima campagna di cartoline con lo slogan “Apriamoli” promossa dal Comitato un paio di anni fa in cui si chiedeva al Ministro di aprire ad una fruizione stabile e continuativa i siti dei Porti Imperiali di Claudio e Traiano e la Necropoli di Porto, campagna che insieme alle 10.000 firme raccolte ha acceso un cono di luce sul tema, il Comitato Promotore torna ad una battaglia forse ancora più ambiziosa: far conoscere e valorizzare il Villaggio Eneolitico del Fianello in località Maccarese e gli innumerevoli siti archeologici preistorici, etruschi e romani che costellano i territori da Focene fino a Tragliatella.

Lo scopo, afferma Raffaele Megna portavoce del Comitato, è quella di proporre un modello di sviluppo differente del nostro Comune e cioè investire e soprattutto credere fortemente nel turismo ambientale e culturale come formidabile e concreta occasione di sviluppo economico che porta a nuovi posti di lavoro senza deturpare il territorio. Ciò lo possiamo fare anche attraverso un unico sistema archeologico integrato che scopre, organizza, valorizza e promuove i siti archeologici e ambientali presenti.

Anche secondo Hilda Girardet, una delle storiche promotrici del Comitato Fuori-Pista che da anni si batte contro la costruzione delle nuove piste dell’aeroporto e che da tempo ha scritto al Sindaco di Fiumicino e all’Assessore alla Riserva chiedendo che vengano avviati gli atti amministrativi necessari ad espropriare l’area del Fianello, questa campagna merita di essere affrontata. Proporre alla città una soluzione alternativa alle ipotesi di sviluppo aeroportuale che debordi con nuovo cemento dall’attuale sedime aeroportuale è una delle carte vincenti per convincere i nostri concittadini che un altro sviluppo è possibile e percorribile