Seguici su

Cerca nel sito

#cerveteri presenta il Sentiero di Lawrence alla Borsa Mediterranea del Turismo Archeologico foto

Anche quest'anno il Comune cerite protagonista del prestigioso meeting di Paestum

#cerveteri presenta il Sentiero di Lawrence alla Borsa Mediterranea del Turismo Archeologico
 
Il Faro on line – “Una importante vetrina per il patrimonio archeologico e artistico del Sito Unesco di Cerveteri. Un’occasione per far conoscere la nostra città all’interno di uno degli eventi più importanti per la promozione turistica del nostro Paese”. Il Sindaco Alessio Pascucci ha annunciato la partecipazione, anche quest’anno, alla XIX edizione della Borsa Mediterranea del Turismo Archeologico, che si terrà a Paestum dal 27 al 30 ottobre.
Il Comune di Cerveteri sarà presente anche quest’anno all’interno dello stand dell’Agenzia del Turismo della Regione Lazio proseguendo la collaborazione attivata in questi anni.

A Paestum, saranno presenti anche 50 ragazzi del terzo e quarto anno degli indirizzi turistico e linguistico dell’Istituto Enrico Mattei di Cerveteri, che accompagnati dalle Professoresse Donnini e Merlini, saranno impegnati in attività promozionali all’interno del salone del turismo.
“La Borsa Mediterranea –  ha dichiarato Lorenzo Croci, Assessore al Turismo del Comune di Cerveteri – è il più importante appuntamento italiano per ciò che riguarda il dedicato al Turismo Archeologico. Anche quest’anno saremo lì per presentare il patrimonio di Cerveteri agli operatori turistici internazionali e ad avviare nuove occasioni di collaborazione”.
Momento speciale dedicato a Cerveteri sarà quello previsto per venerdì pomeriggio quando il Sindaco Alessio Pascucci, l’Assessore Lorenzo Croci e il Dott. Daniele Medaino presenteranno un intervento dal titolo “Lawrence a Cerveteri: un percorso tra etruschi e futuro”. 
Per Cerveteri sarà occasione di far conoscere agli addetti del settore i nuovi percorsi di visita e i nuovi servizi turistici, e il progetto di riapertura dell’antico sentiero di Lawrence, all’interno della Valle del Manganello, che collega il centro storico della Città con il Sito Unesco della Necropoli della Banditaccia.