Seguici su

Cerca nel sito

#pomezia, CasaPound Italia: “Aumenta il numero degli insediamenti abusivi alle spalle del campo comunale di Via Zara, a Torvaianica” foto

Cincotta: "Sin da subito ci stiamo preparando per scendere in piazza al fianco dei cittadini che vivono questo quadrante"

#pomezia, CasaPound Italia: “Aumenta il numero degli insediamenti abusivi alle spalle del campo comunale di Via Zara, a Torvaianica”

Il Faro on line – “Dopo quasi un anno di denunce da parte dei volontari di CasaPound Italia, in merito alle baraccopoli abusive nei dintorni del campo comunale di Torvaianica nulla è cambiato, il degrado aumenta insieme agli insediamenti abusivi ed alla criminalità”.
Inizia così la nota di Andrea Cincotta, referente di CasaPound Italia a Pomezia. 

“Oggi, a seguito di nuove segnalazioni da parte dei cittadini siamo intervenuti nuovamente con un sopralluogo sull’area interessata a questo problema, constatando come il numero degli insediamenti abusivi, abitati prevalentemente da clandestini provenienti dal Nord Africa, siano aumentati notevolmente. Nel novembre 2015 abbiamo riqualificato la zona adiacente al campo comunale di Via Zara, documentando anche con foto e video lo stato di degrado che circonda il canneto, tra spazzatura e baracche abusive abitate da stranieri senza fissa dimora”.

“Così – spiega Cincotta – abbiamo iniziato la nostra battaglia contro questo stato d’abbandono. Nei mesi successivi abbiamo continuato a documentare il tutto con foto e comunicati, fino a marzo dove abbiamo deciso di avviare una raccolta firme durata tutta l’estate per chiedere lo sgombero immediato di questi insediamenti e la bonifica dell’area verde di proprietà del comune pometino”.

“Le aree in cui sono situati questi insediamenti, circondano proprio il campo da calcio comunale, quest’ultimo frequentato quotidianamente da bambini compresi in una fascia d’età dai 6 ai 16 anni, i quali dovrebbero poter vivere lo sport in modo sicuro e dove si ritrovano invece strutture decadenti e non agibili con furti ormai diventati “cosa normale”.
Questi stranieri che ormai vivono all’interno del campo abusivo si sono introdotti più volte all’interno della struttura rubando di tutto, come per esempio le pilette delle docce o le borse da calcio dei bambini”.

“A breve – conclude la nota – ripartirà la nostra raccolta firme e sin da subito ci stiamo preparando per scendere in piazza al fianco dei cittadini che vivono questo quadrante di Pomezia per chiedere a gran voce lo sgombero immediato degli insediamenti abusivi, la bonifica dell’area verde alle spalle del comunale e la messa in sicurezza delle strutture di proprietà del comune di Pomezia”.