Seguici su

Cerca nel sito

#terracina, Cetrone: “Elezioni (farsa) della Provincia di Latina? Dopo la Befana 2017”

Si Cambia: "Il ricorso al Tar del Lazio del sindaco di Sperlonga Armando Cusani è stata una buona iniziativa"

#terracina, Cetrone: “Elezioni (farsa) della Provincia di Latina? Dopo la Befana 2017”

Il Faro on line – “Non c’è dato sapere se la presidentessa della Provincia di Latina abbia firmato il decreto di convocazione dei comizi elettorali e quindi di fatto annunciato la data per il rinnovo dei componenti del Consiglio della fu Provincia, sotto la spinta del preannunciato ricorso al Tar del Lazio del sindaco di Sperlonga Armando Cusani. Fatto sta che il provvedimento di Della Penna è stato licenziato e quindi l’8 gennaio prossimo gli aventi diritto, che non solo gli elettori pontini, esprimeranno il loro voto nell’unico seggio che sarà attivato nella “ Sala Loffredo” di via Costa a Latina” – così Gina Cetrone, per il Movimento politico Sì Cambia.

“In virtù della rivoluzionaria decisione di “sopprimere” le province italiane da parte del governo nazionale, con in testa gli esecutori materiali: Delrio e Renzi, che ha portato indubbi risultati positivi in dote agli oltre 650mila cittadini pontini, si procederà come segue:

  1. Saranno eleggibili alla carica di consigliere provinciale i sindaci e i consiglieri in carica nei Comuni della Provincia di Latina alla data corrispondente al termine finale fissato per la presentazione delle liste;
  2. Sono inoltre elettori i sindaci e i consiglieri comunali dei Comuni ricompresi nel territorio della provincia di Latina in carica alla data delle elezioni indicata dal decreto del presidente;
  3. Le candidature alla carica di consigliere provinciale devono essere presentate presso l’Ufficio Elettorale della Provincia di Latina domenica 18 dicembre 2016 dalle ore 8 alle 20 e lunedì 19 dicembre 2016 dalle ore 8 alle 12.

Credo, per chiudere, che l’iniziativa intrapresa da Armando Cusani sia stata cosa buona e giusta“.

“Non posso però dire altrettanto del comportamento dei sindaci di Forza Italia, che prima mi è sembrato tifassero per il ricorso al Tar del Lazio, per poi non sottoscrivere alcun documento in merito. Un segno politico non certamente favorevole per chi nel centro destra vuole battersi politicamente in ogni sede possibile. Un segno che non lascia presagire nulla di buono per chi crede ancora di svolgere un’attività politica sotto le insegne del centro destra della Provincia di Latina” – conclude la Cetrone.