Seguici su

Cerca nel sito

#fiumicino, “Ecco cosa c’è dietro le discariche” foto

L’analisi di Russo D’Auria, che lancia l’allarme: "Alziamo l’asticella"

#fiumicino,  “Ecco cosa c’è dietro le discariche”

Il Faro on line – “Il comune ha eliminato i cassonetti, ma le discariche abusive proliferano nonostante le multe. C’è da fare un ragionamento su quanto sta accadendo, e le conclusioni non sono certo positive”. A parlare è il leader di Gil (Gruppo indipendente libero per Fiumicino, Mario Russo D’Auria. “Quando le cose accadono bisogna porsi delle domande e cercare delle risposte. Io il quesito del perché stia accadendo tutto ciò me lo sono posto, e le riflessioni che ne sono scaturite le condivido pubblicamente, come stimolo al dibattito”.

“Prima di tutto – spiega Russo D’Auria – c’è stata un’impreparazione di fondo rispetto al fenomeno delle discariche abusive. Si sapeva che da anni proliferano, lo abbiamo denunciato tante volte, e dunque era facilmente ipotizzabile che sarebbero aumentate. Bisognava pensare a dei correttivi, prima ancora di partire con la differenziata, che pure è una cosa giusta. Detto questo, perché si formano le discariche?”

“In primo luogo, come detto, per l’inciviltà di parecchie persone che non vogliono adattarsi a questo nuovo modo di gestire i rifiuti, ma credo sia la minima parte. Poi c’è la piaga di chi lo fa per vendetta o strumentalmente; i primi sono coloro che per anni non hanno pagato e gettavano in qualunque cassonetto i propri rifiuti, ora che ciò non è più possibile si “vendicano” insozzando il territorio. Il secondo caso è chi, pur di mettere in cattiva luce l’amministrazione, crea ad arte il problema”.

“Infine c’è anche un’altra domanda, che inquieta. Visto che i rifiuti sono un business, a chi fa comodo che si formino discariche abusive che poi devono essere eliminate a suon di bigliettoni? Chi le elimina? Quanto costa questo surplus? Come si agirà nel prossimo futuro? Abbiamo già visto quanto il sistema dei rifiuti sia appetibile, dunque alzare il livello di guardia non vuol dire fare allarmismo ma prevenire possibili problemi futuri. Che ci siano le discariche è un fatto visibile, ce ne è una enorme alla strada per i cantieri, ma ce ne sono molte altre. Che il Comune si stia muovendo nella giusta direzione è innegabile. Che tutto ciò non basta, anche”, conclude Russo D’Auria.