Seguici su

Cerca nel sito

Mondiale di karate, arrivano altre 4 finali di bronzo. Cardin, Maresca e le squadre di kata per il podio

Continuano le gare a Linz. Il 28 ottobre, in programma, le gare di kumite a squadre. Espinos rieletto presidente

Mondiale di karate, arrivano altre 4 finali di bronzo. Cardin, Maresca e le squadre di kata per il podio

 

Il Faro on line – Si aggiungono altre 4 finali, a quelle già conquistate, nella prima giornata di gare. Sabato e domenica, giorni conclusivi di Linz 2016, saranno 4 gli incontri che vedranno protagonisti gli azzurri dell’Italia Team del karate. Due per il kumite individuale e due per il kata a squadre. Dopo le qualifiche raggiunte da Luigi Busà, Silvia Semeraro e Viviana Bottaro, saranno Luca Maresca, Sara Cardin e le squadre di kata, maschile e femminile a scendere sul tatami per il bronzo.

Viviana Bottaro in finale per due volte. Nel kata individuale e a squadre. La Cardin in gara per il bronzo

Nell’affollata Tips Arena della cittadina austriaca, dopo tre incontri disputati con impegno ed eleganza, la campionessa europea di Montpellier e campionessa mondiale in carica di kumite, Sara Cardin, si è dovuta purtroppo fermare, di fronte alla brasiliana Valeria Kumizaki, nella corsa verso la finale per l’oro. Nella sua gara di recupero, ha vinto poi con la slovacca Semanikova, che ha superato per 2 a 0. Nella finale per il terzo posto, dovrà affrontare la giapponese Yamada. Anche il campione europeo di Istanbul e campione ai Giochi Europei di Baku, Luca Maresca, scenderà sul tappeto centrale della Tips, per tentare l’assalto al terzo gradino del podio e per aggiungere un altro gioiello importante, in bacheca. Maresca dovrà lottare con il francese Agoudjil. Nel kata invece, saranno entrambe le plurimedagliate squadre, dei ragazzi e delle ragazze della Nazionale, a scendere sul tatami, per vincere il loro bronzo, a squadre. Il team femminile, composto da Sara Battaglia, Viviana Bottaro e Michela Pezzetti, lo farà contro la Croazia, mentre i loro colleghi maschi, Mattia Busato, Alessandro Iodice e Alfredo Tocco, se la vedranno con l’Egitto. Sono 7 in totale, fino al 27 ottobre, le finali conquistate dalla Nazionale Italiana. Tra di esse, la Bottaro disputerà due finali. Un numero certamente consistente, gli incontri per il podio, ottenuti dal team azzurro. Non lo faranno Gianluca De Vivo e Viola Lallo, giovani talenti azzurri, che non sono riusciti ad ottenere i risultati sperati.

La Wkf rielegge Antonio Espinos come presidente. Davide Benetello presenta il ranking verso Tokyo 2020

Non solo sport agonistico a Linz. Infatti, nei giorni votati al Mondiale di karate, la World Karate Federation sta dedicando questa settimana di torneo iridato, anche alle azioni di politica sportiva. Molti sono i convegni ed incontri organizzati e non solo, con la parte tecnica ed arbitrale. Sono fondamentali le assemblee che hanno avuto luogo a Linz, con i propri dirigenti per definire decisioni, azioni e regole, verso Tokyo 2020. In questo caso, durante la prima giornata del Mondiale, Antonio Espinos è stato rieletto presidente, in sede di Congresso Wkf. Lo è dal 1998 ed il suo risultato più importante, è stato certamente quello di aver portato il karate alle Olimpiadi. Coprirà la carica di massimo livello, fino al 2022. Durante la riunione del Comitato Esecutivo, il Presidente della Commissione Atleti e membro della Commissione Tokyo 2020, Davide Benetello, ha effettuato la presentazione delle nuove regole, riguardo il ranking che dovrà essere seguito per il periodo olimpico, verso Tokyo 2020. Un grande ex atleta azzurro, anche tra i dirigenti della Wkf, insieme a Luca Valdesi. L’Italia è presente anche qui. E non solo sul tatami.

 

Foto : Fijlkam