Seguici su

Cerca nel sito

#fiumicino, Impianto Ama di Maccarese: una “lettera aperta” del Comitato di via Tre denari

Per i Cittadini di Maccarese sembra quindi allontanarsi la possibilità di veder finalmente terminare questo infinito tormento

#fiumicino, Impianto Ama di Maccarese: una “lettera aperta” del Comitato di via Tre denari

Il Faro on line – Il 9 settembre 2016 si è costituito il comitato spontaneo denominato “Comitato per la Salute e l’Ambiente di via Tre denari e dintorni” per affrontare la preoccupante situazione derivante dall’attività di trasferenza che riguarda l’Impianto di Compostaggio di Maccarese nel Comune di Fiumicino in zona di Riserva Naturale Statale del Litorale Romano autorizzata da Aia con determinazione Regionale Lazio Area ciclo integrato dei Rifiuti n. G08406 del 7 luglio 2015.

Il Comitato ha inviato una lettera aperta agli enti interessati. Ecco il testo.
“Presso l’impianto Ama di Maccarese è in atto l’attività di trasferenza dei rifiuti organici raccolti a Roma e destinati ad impianti siti nel nord Italia.
L’impianto è entrato in funzione nel 2001 come impianto di compostaggio aerobico destinato al trattamento di circa 30.000 t/a di rifiuti mercatali di Roma, è stato autorizzato nel 2010 a svolgere funzioni di trasferenza per circa 60 t/g di rifiuti organici della capitale, passati poi a 360 t/g da dicembre 2012 e confermati nella recente Aia di Luglio 2015”

Le funzioni di trasferenza hanno comportato un incremento sostanzioso dei mezzi pesanti in transito verso l’impianto con attraversamento di vie poste, per l’appunto, nel centro abitato dell’Isolato Stazione; il numero dei Tir Ama (o subappalti) è di circa 55/70 al giorno (in andata ed altrettanti in ritorno) e da vari anni i residenti chiedono una soluzione a questo problema che crea gravi disagi ed un oggettivo peggioramento della qualità della vita.
Le strade in questione hanno dimensioni limitate e sono solo parzialmente provviste di marciapiede; i mezzi pesanti che le attraversano e che passano a pochi metri dalle finestre della case site sul percorso, creano, oltre all’evidente peggioramento dell’inquinamento connesso alle emissioni dei motori, grave rischio per l’incolumità pubblica esponendo autoveicoli, pedoni e ciclisti a rischio di incidente considerato che la perdita continua di percolato rende particolarmente scivoloso il manto stradale”

“Da notizie stampa si apprende che la nuova Amministrazione capitolina è pronta ad esprimere un parere contrario rispetto al progetto di ecodistretto di Rocca Cencia attualmente all’esame della Conferenza dei Servizi indetta dalla Regione Lazio.
Nei verbali della Conferenza dei Servizi tenutasi nel 2015 per esprimersi sulla richiesta di Aia presentata da Ama per l’impianto di Maccarese, nella seduta del 23/06/2015, si dice che la Conferenza di Servizi: «ha stabilito che l’attività di trasferenza debba avere carattere temporaneo limitatamente al periodo occorrente per la realizzazione e messa in esercizio dell’impianto di trattamento della Forsu presentato dalla stessa Società per lo stabilimento di via Rocca Cencia e che comunque saranno impartite prescrizioni gestionali per tale attività”.

“Per i Cittadini di Maccarese sembra quindi allontanarsi anche questa possibilità di veder finalmente terminare questo infinito tormento e chiedono ancora una volta la soluzione di questo problema chiedendosi come mai Ama ha trovato rapidamente una soluzione alternativa per i due mesi di fermo impianto, necessari allo svolgimento di alcuni lavori di manutenzione, ma da 6 anni non trova soluzioni al problema dei cittadini?”