Seguici su

Cerca nel sito

Coppa Europa di judo, con 9 medaglie per l’Italia. Gli ori sono di Lombardo e Meloni

Edizione partecipata, nella tappa spagnola del circuito del judo continentale. 9 volte, l’Italia sale sul podio

Coppa Europa di judo, con 9 medaglie per l’Italia. Gli ori sono di Lombardo e Meloni

 

Il Faro on line – Trasferta vittoriosa, per la Nazionale di judo dell’Italia Team. Dal 29 al 30 ottobre, a Malaga, in Spagna, gli azzurri hanno riportato a casa, ben 9 medaglie. All’European Cup, che vedeva la partecipazione di 23 nazioni, sono stati 211 gli atleti partecipanti, che si sono sfidati, all’ultimo ippon, per conquistare il primo gradino del podio.

Gli ori di Lombardo e Meloni. Bronzo, tra gli altri, per Carollo e Bruno

Per l’Italia, l’impresa di salirvi sopra, è riuscita, per ben due volte. Il primo a farlo, è stato Daniel Lombardo, per la categoria dei 60 kg. Quest’ultimo, ha messo in tasca tre vittorie, nella marcia verso l’oro, mentre Augusto Meloni, il secondo azzurro che ha cinto il collo con l’oro, ha conquistato 4 vittorie, nei 73 kg. Oltre a questi due preziosi primi posti, l’Italia ha conquistato 7 bronzi. Sia nel prosieguo della prima giornata, che nella seconda data, in programma, per la competizione spagnola. Il 29 ottobre, sono stati Luca Gaggiano, nei 60kg, Matteo Piras, per i 66kg, Emanuele Bruno e Leonardo Casaglia, nei 73kg e Samantha Fiandino, nei 57, a salire sul terzo gradino del podio. Il 30 ottobre, invece, nella giornata di chiusura del torneo, Giovanni Carollo e Valeria Ferrari hanno concluso il quadro delle vittorie italiane. Il primo lo ha fatto, nei 90 kg, concludendo tutti i suoi match, con un ippon vincente, mentre la seconda, si è cinta il collo, con il bronzo, nei 78kg.

Terzo posto per l’Italia, nel medagliere finale

La Nazionale italiana di judo ha concluso la Coppa Europa a Malaga, al terzo posto, nel medagliere, alle spalle di Francia e Germania. Prosegue allora, su un cammino positivo, il percorso degli azzurri, verso Tokyo 2020. Il cammino è appena iniziato, ma le prospettive per il judo italiano, non cambiano, dopo le medaglie ottenute a Rio.

Foto : Fijlkam