Seguici su

Cerca nel sito

#Ladispoli, tromba d’aria: il bilancio definitivo #maltempo

L'Onorevole del Pd Minnucci: "Chiediamo lo stato di Calamità Naturale"

#ladispoli, tromba d’aria: il bilancio definitivo

Il Faro on line – Il bilancio definitivo della grande tromba d’aria che si è abbattuta nel pomeriggio di ieri su Ladispoli è di un morto e 22 feriti. Grandissimo l’apporto del Posto di primo intervento della via Aurelia che ne ha curati e dimessi 21, mentre un ferito grave è stato trasferito al San Filippo Neri dove è attualmente ricoverato.

La via Aurelia resta chiusa tra il chilometro 33 e il chilometro 35. Sono invece iniziati, secondo una scala di priorità emergenziale, i sopralluoghi da parte degli ingegneri dei Vigili del Fuoco. Al momento sono pervenute circa 200 segnalazioni per danni e restano attive le linee comunali 0699231313 – 0699231234. Si prega di richiamare più volte perché a causa delle impostazioni voip, la linea risulta libera anche quando occupata da altra chiamata.

Si conferma, come annunciato la chiusura di tutte le scuole di ordine e grado per la giornata di oggi lunedì 7 novembre. Rimane aperto il punto di contatto e ristori organizzato dalla Cri presso la palestra dell’Istituto comprensivo Corrado Melone in via De Begnac. Le famiglie con case non agibili possono rivolgersi al personale presente per essere indirizzate presso gli hotel della zona.

Per il territorio, dopo la devastazione provocata domenica pomeriggio dalla tromba d’aria, l’intervento del Deputato al Parlamento on. Emiliano Minnucci: “Chiediamo che il Consiglio dei Ministri dichiari lo Stato di Calamità Naturale a seguito della violenta tromba d’aria di ieri pomeriggio. Ne ho parlato con Enzo Paliotta, Sindaco di Ladispoli, la città gravemente colpita. Ho anche sentito il Sindaco di Cerveteri e fatto avere la mia disponibilità a collaborare all’amministrazione di Anguillara. Soprattutto, ho contattato il Governo, nella persona del sottosegretario alla presidenza del Consiglio, Claudio De Vincenti, spiegandogli la gravità della situazione e la necessità di intervenire con estrema urgenza. Domattina il punto della situazione”.