Seguici su

Cerca nel sito

#Pomezia, l’Unipomezia si ferma con il Città di Monte San Giovanni Campano

L'Unipomezia rimasta in 10 perde contro il città di Monte San Giovanni Campano

Più informazioni su

#Pomezia, l’Unipomezia si ferma con il Città di Msgc

 

Il Faro On line – Dopo la vittoria nel derby di domenica scorsa, l’Unipomezia cade al Comunale contro il Città di Monte San Giovanni Campano, che grazie a due reti nella seconda frazione di gioco conquista a sorpresa i tre punti. Una partita sfortunata caratterizzata dagli infortuni che hanno condizionato il gioco dell’Unipomezia.

Il tecnico rossoblu, già privo di capitan Lupi, infortunato, e Morici, fermo per squalifica, è costretto a rinunciare anche a Mancini nel primo tempo e a Casciotti e Barbarisi nella ripresa. Un match con poche emozioni, con gli ospiti che sono stati cinici a spezzare l‘equilibrio in avvio di ripresa.

La gara inizia su ritmi bassi. Il Monte San Giovanni Campano prova a sorprendere la difesa di casa con un paio di cross senza creare problemi a Santi. Alla mezz’ora Mancini cambia subito tattica, toglie Cerro e inserisce Italiano per dare maggiore peso al reparto avanzato. La mossa dà i suoi frutti perché il neo entrato, ben servito da Mancini, impegna Palladinelli che riesce a deviare in corner un tiro insidioso.

Poco dopo l’Unipomezia è costretta ad effettuare anche il secondo cambio per l’infortunio alla coscia di Mancini, sostituito da Valle. Il primo tempo si chiude a reti involate, ma la ripresa si apre con l’immediato vantaggio ospite. Corner della sinistra e perfetta incornata di Frioni, che anticipa tutti e manda la sfera sotto l’incrocio più lontano.

La reazione dell’Unipomezia arriva da Italiano, che si libera sulla destra, entra in area e lascia partire una botta ma Palladinelli devia in corner a mani aperte. Passano 2′ ed è ancora Italiano a sfiorare il pari con un tocco in area che supera il portiere gialloblu, ma la sfera è di un soffio più alta della traversa.

L’Unipomezia prova a forzare i ritmi, ma al 14’ arriva un’altra tegola per Mancini, che perde Casciotti per un brutto infortunio al ginocchio. La gara cala nuovamente di intensità, poi al 21’ improvvisa fiammata dell’Unipomezia, con Barbarisi che impegna dalla distanza Palladinelli, che si salva in tuffo. I padroni di casa continuano a spingere, ma sugli sviluppi di una punizione dal limite per i rossoblu prende il via una rapida ripartenza del Monte San Giovanni Campano, che Sili conclude a rete a porta vuota per il 2-0.

Al 34’ gli ospiti restano in dieci: Testa commette un bruttissimo fallo su Barbarisi che l’arbitro sanziona con il rosso diretto, mentre il giocatore rossoblu è costretto a lasciare il campo lasciando in dieci anche l’Unipomezia, rimasta senza cambi.

Nei minuti finali l’arbitro annulla per fuorigioco la rete di Monteforte che avrebbe infiammato gli ultimi giri di lancette. Al 49’ ultima occasione per l’Unipomezia: botta di Italiano, parata di Palladinelli, tap in di D’Ambrosio sul palo e sul tentativo di Valle è un difensore gialloblu a salvare in angolo. Al 6’ di recupero lascia il campo anche De Santis dopo aver subito una violenta pallonata sul volto.

Più informazioni su