Seguici su

Cerca nel sito

#Roma, sabato la chiusura della Porta Santa della Carità

Il cardinale Agostino Vallini, vicario del Papa per la Diocesi di Roma, presiederà la celebrazione eucaristica.

Il Faro on line – Sabato 12 novembre, alle ore 11, il cardinale Agostino Vallini, vicario del Papa per la Diocesi di Roma, presiederà la celebrazione eucaristica per la chiusura della Porta Santa della Carità presso l”Ostello “Don Luigi Di Liegro” e la Mensa “San Giovanni Paolo II” alla Stazione Termini (via Marsala, 109). La Messa e” aperta a tutti coloro che desiderano partecipare e vedra” presenti oltre 200 tra ospiti, volontari e operatori in rappresentanza di tutti i centri di accoglienza diocesani della Caritas.

L”Eucaristia verra” concelebrata da monsignor Enrico Feroci, direttore della Caritas di Roma, e da don Giorgio Gabrielli, collaboratore dell”organismo diocesano. L”animazione della liturgia – i canti, le letture e le preghiere dei fedeli – sara” curata dagli ospiti della Caritas.

Aperta il 18 dicembre 2015 da Papa Francesco – la prima nella storia dei Giubilei che non introduce in basiliche, cattedrali o chiese – la Porta Santa della Carita” e” posta all”ingresso principale della mensa ed e” sormontata da un mosaico realizzato dal gesuita padre Marko Ivan Rupnik raffigurante l”icona dell”Anno Santo della Misericordia.

Durante questi 11 mesi, oltre 12mila pellegrini l”hanno attraversata per pregare e svolgere un servizio di volontariato. Persone provenienti non solo da parrocchie, associazioni e movimenti ecclesiali romane e tutta Italia, ma anche da Chiese lontane come Singapore, India, Taiwan, Stati Uniti, Cile, Peru”, Canada, Bolivia, Georgia, Francia, Gran Bretagna e Svizzera.

L”Ostello “Don Luigi di Liegro” e la Mensa “San Giovanni Paolo II” sono due strutture di accoglienza per senza dimora: il primo ospita 198 persone ogni notte; alla mensa accedono 500 persone per il pasto serale. I due centri sono stati realizzati dalla Caritas nel 1987 e operano in convenzione con il Comune di Roma in immobili messi a disposizione dalle Ferrovie dello Stato.