Seguici su

Cerca nel sito

#Usa2016, Donald Trump è il nuovo presidente degli Stati Uniti foto

Donald Trump ha superato la soglia dei 270 grandi elettori necessari per conquistare la Casa Bianca, ed è il 45esimo presidente degli Stati Unit

#Usa2016. Donald Trump è il nuovo presidente degli Stati Uniti

Il Faro on line – Dopo la vittoria in Pennsylvania e in Alaska, Donald Trump ha superato la soglia dei 270 grandi elettori necessari per conquistare la Casa Bianca, ed è il 45esimo presidente degli Stati Uniti.Esito a sorpresa, che vede sconfitta la democratica Hillary Clinton, fino all’ultimo favorita nei sondaggi.

Gli Stati che sono risultati decisivi in questa battaglia sono quelli del Nord-Est, peraltro tradizionalmente democratici: il Michigan, il Wisconsin, l’Iowa, l’Ohio, la Pennsylvania, oltre alla Florida.

L’America ha scelto

“E’ una grande notte per l’America”, ha commentato l’entourage di Trump ancora prima degli ultimi risultati. Al termine dell’election day, i repubblicani mantengono inoltre il controllo di Camera e Senato al Congresso. Massachusetts e California hanno dato il via libera alla legalizzazione della marijuana per uso ricreativo, mentre il Nebraska ha votato per ripristinare la pena di morte.

Nella notte si era fatto sentire anche il presidente uscente Barack Obama: “Non importa cosa accadrà, il sole sorgerà al mattino e l’America rimarrà ancora la più grande nazione al mondo”, ha detto in un video pubblicato da Buzzfeed su Twitter esortando gli americani a rimanere uniti. E mentre Trump avanzava verso la Casa Bianca, i mercati mondiali sono crollati.

Le reazioni nel mondo

E non si sono fatte attendere le prime reazioni dal mondo. L’Ufficio presidenziale sudcoreano ha convocato una seduta del Consiglio sulla sicurezza nazionale per discutere “il potenziale impatto delle elezioni presidenziali” Usa, riferisce l’agenzia Yonhap, in merito alla stretta attenzione sul voto Usa per gli effetti che ci sarebbero potuti essere in Asia a seconda del candidato vincente.

Donald Trump è stato visto da Seul con sospetto per l’approccio “non convenzionale” dichiarato verso la Corea del Nord, a differenza della continuità offerta da Hillary Clinton.

“Congratulazioni al nuovo presidente degli Stati Uniti Donald Trump e al popolo americano, libero!“, ha scritto su Twitter Marine Le Pen quando ancora non era arrivato l’annuncio ufficiale della vittoria del candidato repubblicano.

Imbarazzo all’Elieo: “Alla vigilia delle elezioni Usa l’Eliseo aveva preparato una unica lettera di congratulazioni a Hillary Clinton“: è quanto rivela la radio francese RTL, precisando che il palazzo presidenziale di Parigi non aveva “evidentemente neanche previsto all’ipotesi di una vittoria di Donald Trump”.

La ministra della Difesa tedesca, Ursula von der Leyen, parlando in tv ha definito “un forte shock” la vittoria che si stava profilando per Donald Trump. E, dando un assaggio del dibattito che si prevede in seno all’Alleanza atlantica, ha detto: “Anche noi europei sappiamo ovviamente, come partner della Nato, che Donald Trump da presidente chiederà ‘che fate voi per l’alleanza’.

“Ma anche noi chiediamo ‘come vi ponete nei confronti dell’alleanza?”, ha detto ancora la ministra come riporta l’agenzia Dpa ricordando che Trump ha sostenuto che gli europei dovrebbero fare di più per la propria sicurezza.

Hillary Clinton al suo  staff: “Comunque orgogliosi”

“Questa squadra ha molto di cui essere orgogliosa, Qualsiasi cosa succeda, vi ringrazio di tutto”. Lo ha scritto la candidata democratica in un tweet, mentre la corsa alla Casa Bianca sembrava ormai volgere in favore di Trump. Prime defezioni dal Javits Center, il palazzetto della West side di Manhattan dove Hillary Clinton ha stabilito il quartier generale.