Seguici su

Cerca nel sito

#Fiumicino, Rifiuti: la beffa oltre il danno. Sacchetti gettati da sconosciuti nel posto riservato ad altri utenti e scatta il “bollone” foto

Bisogna trovare il modo di controllare e non penalizzare i cittadini virtuosi

Più informazioni su

#Fiumicino, rifiuti: la beffa oltre il danno. Sacchetti gettati da sconosciuti nel posto riservato ad altri utenti e scatta il “bollone”

Il Faro on line – E’ una di quelle assurdità che accadono solamente in Italia, dove chi cerca di essere un cittadino modello alla fine ne trae solo svantaggio. In questo caso siamo a Fiumicino, e parliamo di rifiuti. Il tanto famigerato “bollone rosso”, che serve oggi a segnalare che qualcosa è stata fatta male e un domani a sanzionare chi non si adegua, sta provocando anche diversi guasti.
Non per cole intrinseche, per la verità, ma per una sorta di Far West dei rifiuti che si sta evidenziando per le strade di Fiumicino. Come si trova un posto che assomiglia a un punto di raccolta, tutti ci buttano di tutto. Può essere una fontana, il palo della luce, il cestino dei rifiuti, ecc. Ma se ad essere utilizzato come raccoglitore di buste smaltite male è la piazzola sistemata da un privato cittadino, arriviamo al paradosso.

E quanto accade in via Passo Buole, al civico 38, dove un cittadino modello ha pensato di facilitare il lavoro di racconta sistemando una pedana in legno dome sistemare i mastelli, mettendoci persino una luce per individuare meglio l’area. Peccato che chiunque passi di lì, per inciviltà, incuria o addirittura per dispetto, lasci sacchi di immondizia “vecchio stile” accanto ai mastelli; e peccato che chi raccoglie l’immondizia abbia iniziato a marcare col “bollone rosso” tutti i sacchi impropriamente depositati, come se fossero stati messi dal proprietario di casa.

Che si trova a rischio di multa pur non avendo alcuna colpa, se non quella di fare bene il proprio dovere. E’ l’esempio più eclatante di una situazione che si sta verificando anche in altre parti di Fiumicino, e alla quale andrà posto rimedio in qualche modo.
C’è chi suggerisce di mettere le telecamere in ogni via, ma è una soluzione difficilmente praticabile. Resta il fatto che è profondamente ingiusto colpire chi non ha colpa, così come è scandalosa l’inciviltà di certa gente che se ne frega delle regole creando disagi ai propri concittadini. Se individuati andrebbero colpiti con multe salatissime, perché oltre al dolo c’è anche il non rispetto delle persone.

Più informazioni su