Seguici su

Cerca nel sito

#Farmacisti in aiuto per lo sport a Puruthipara

Tullio Dariol Presidente di Fia: "abbiamo aderito e sostenuto diversi progetti legati allo sport ed indirizzati a giovani e giovanissimi"

#Farmacisti in aiuto per lo sport a Puruthipara

Il Faro on line – In India, nel Kerala del Sud, nel Distretto di Thiruvananthapuram, in un’area periferica di Vellanad si trova un villaggio nella foresta: Puruthipara. Qui vivono molte famiglie poverissime, di emarginati, ed i cosiddetti dalit, i fuori casta.
Proprio in queste regioni dimenticate, Farmacisti in aiuto sostiene dei progetti di solidarietà e di sviluppo.
Farmacisti in aiuto sostiene questo villaggio grazie alle adozioni a distanza ed organizzando, insieme a Namastè Partner per il Paese, dei progetti mirati a migliorare la qualità della vita di questa comunità.
Tra questi il progetto legato allo sport.

“Nel corso del tempo – racconta Tullio Dariol Presidente di Farmacisti in aiuto –abbiamo aderito e sostenuto diversi progetti legati allo sport ed indirizzati a giovani e giovanissimi di queste aree: dall’acquisto di attrezzatura sportiva, fino al finanziamento di corsi di pallavolo ed atletica”.

Dal 2006 a Puruthipara è stato attivato un gruppo di atletica, maschile e femminile, che ha già dato parecchie soddisfazioni, vincendo numerose competizioni a livello provinciale. Anche Farmacisti in aiuto ha contribuito alla sua sopravvivenza, finanziando l’acquisto di scarpe da corsa per i ragazzi e sostenendo l’intero corso un anno in cui l’abituale sostenitore aveva dovuto lasciare il progetto per problemi personali.

Il corso ha una grande valenza anche sociale per questi ragazzi Dalit (intoccabili) che nello sport trovano a volte un mezzo di riscatto sociale, oltre che un modo sano ed educativo di trascorrere il tempo libero.
Gli allenamenti “misti” (maschi e femmine insieme) stimolano inoltre ad un sano rapporto di eguaglianza tra i sessi, in un paese come l’India che tende invece a tenere le donne separate dai maschi e a sottovalutarne le potenzialità.
Altri due sport che Farmacisti in aiuto ha contribuito a sostenere sono stati il calcio e la pallavolo.

Prosegue Tullio Dariol: “ragazzi indigenti, spesso adolescenti portati per lo sport ma impossibilitati a giocare in squadre che fossero poco più di amatoriali perché senza scarpe. Si avete capito bene, questi ragazzi erano stati esclusi dalla squadre perché di certo non potevano giocare a calcio senza scarpe da ginnastica. Le famiglie non potevano permettersi l’acquisto di un bene così “futile”. Grazie all’aiuto di tante persone, siamo riusciti ad acquistarne alcune paia da regalare”.
L’acquisto di scarpe sportive è anche un’ottima idea per un regalo di Natale solidale.

Per avere maggiori informazioni:
vi invitiamo a visitare il nostro sito www.farmacistiinaiuto.org, la nostra pagina facebook https://www.facebook.com/FarmacistiinaiutoOnlus oppure a contattarci via mail segreteria@farmacistiinaiuto.org oppure contattare la nostra segreteria al 346-4360567.