Seguici su

Cerca nel sito

#Maccarese: via Reggiani finalmente accesa!

Pendolari: "Stavolta possiamo rallegrarci per il mantenimento della promessa!”

#Maccarese: via Reggiani finalmente accesa!

Il Faro on line – “Quando lunedì, dall’Assessorato e dagli uffici ai Lavori Pubblici e del Comune di Fiumicino, ci avevano weberianamente preannunciato che nei giorni successivi, con la diligenza e la cura del buon padre di famiglia, sarebbe stata attivata, anche prima del completamento dell’iter burocratico di acquisizione della strada da parte del Comune, l’illuminazione di Via Giovanna Reggiani, alla stazione di Maccarese, sinceramente, non è che, dopo anni di proteste, lettere (l’ultima della scorsa settimana), trasmissioni televisive e quant’altro, ci avessimo creduto fino in fondo”. E’ questo il commento a caldo da parte del Comitato Pendolari Maccarese – Palidoro all’atteso ripristino. “E invece stavolta, dopo soli due giorni, possiamo rallegrarci per il mantenimento della promessa!”.

“Il primo passo è anche il più importante; ora auspichiamo tempi brevi anche per i successivi: oltre allo sfalcio del marciapiede (finora eseguito solo dai volontari), necessario a completare la messa in sicurezza della strada, anche l’auspicato allargamento nel tratto terminale, l’inserimento della videosorveglianza (altrettanto richiesta nelle altre stazioni del Comune), il previsto collegamento pedonale diretto con Via dei Tre Denari” commentano per il Comitato Andrea Ricci, che nonostante la recente elezione a Presidente dell’Osservatorio Regionale dei Trasporti continua a non perdere d’occhio le problematiche locali, e Mario Silvestri, da molti anni “sul pezzo” della sicurezza nell’area di stazione, confidando in un sollecito completamento della pratica di acquisizione. Altrettanto che sia svolta un’attività di regolare manutenzione (i tre lampioni proprio all’uscita della stazione sono spenti da buoni dieci giorni). Però da oggi i cittadini potranno avere meno paura a recarsi soprattutto di sera nella strada e si può sperare che chi ha preso la pessima, anche se comprensibile, abitudine di parcheggiare sul marciapiede decida sfruttare l’alternativa” – concludono i pendolari.