Seguici su

Cerca nel sito

Bianchi: “5mln di euro per strutture e servizi alla vittime di violenza”

La Consigliera Si Sel: "Alle parole di circostanza il Lazio preferisce i fatti"

Più informazioni su

Bianchi: “5mln di euro per strutture e servizi alla vittime di violenza”

Il Faro on line – “Alle parole di circostanza preferiamo i fatti concreti di una politica che prova a cambiare le cose. Nel 2012 erano solo 500mila le risorse usate per contrastare le violenza di genere. Ieri, alla vigilia del 25 novembre, il Presidente Zingaretti e l’Assessore Visini hanno presentato un piano da 5 milioni i fondi, 10 volte tanto, ricordando come quello sulla violenza sulle donne è stato uno dei primi impegni presi con le cittadine della nostra regione. E lo stiamo portando avanti nonostante le difficoltà. Il piano finanzierà con 1 mln nuove strutture e con 1,5 mln di euro progetti formativi e percorsi di reinserimento per le donne vittime, progetti nelle scuole, recupero degli uomini e un sostegno ai figli di donne vittime del femminicidio. Fondi già stanziati due anni fa, non utilizzati dalle province e che oggi vengono restituiti ai territori. Per la nostra provincia si prevede la nascita di una casa rifugio con 7 posti letto finanziata con 170mila euro” – così Daniela Bianchi, Consigliera regionale indipendente del gruppo SI-SEL e vice-Presidente della Commissione Cultura in merito alla giornata internazionale sulla violenza sulle donne.

Con oltre 1 mln di euro il progetto di rafforzare la rete locale di strutture diventa finalmente operativo. Saranno sostenuti 8 centri antiviolenza e di 3 case rifugio, di cui una nella nostra Provincia. Ad ogni casa rifugio andranno 170mila euro, mentre per ogni centro antiviolenza 66mila euro. Il bando sarà aperto fino al 15 febbraio 2017.400mila euro serviranno a dare anche un sostegno a chi ha perso la propria madre a causa della violenza di genere, con 10 mila euro ad ogni figlio o figlia minorenne di una donna uccisa dalla violenza. Dal 2013 ad oggi nel solo Lazio sono state 45 le vittime di femminicidio”.

Un altro milione di euro avvierà 100 percorsi della durata di un anno per consentire a 100 donne vittime di violenze di iniziare una nuova vita lavorativa e sociale. I progetti avranno la durata di un anno e avranno come obiettivo quello di rendere autonome le donne dal punto di vista economico, lavorativo e abitativo, in modo che possano allontanarsi definitivamente dal contesto familiare nel quale hanno subito violenza e voltare pagina”.

Altri 600 mila euro dall’Assessorato al Lavoro suddivisi in tre percorsi rivolti a scuole, operatori e uomini violenti. 300 mila euro saranno utilizzati per progetti rivolti agli studenti e alle studentesse per sensibilizzarli al rispetto delle differenze e della parità di genere. Altri 300 mila euro saranno utilizzati per progetti di formazione per operatrici e negli operatori delle associazioni ed enti. Altri 100 mila euro saranno investite per progetti sperimentali e innovativi, questa volta rivolti agli uomini che si sono resi responsabili di violenza, incapaci di gestire relazioni affettive. La Regione Lazio è anche capofila di un progetto da 1,3 mln di euro sul triste fenomeno della tratta di esseri umani. L’azione coinvolge associazioni ed enti locali e permetterà di aiutare donne e bambini vittime sfruttamento”.

“Oggi, grazie alla collaborazione tra Giunta e Consiglio – conclude la Consigliera Bianchi – raccogliamo i frutti della legge sulla violenza di genere approvata in Consiglio nel 2014 e che ha raccolto le tante esperienze positive anche della provincia di Frosinone. Adesso dobbiamo usare al meglio questi strumenti per vincere una sfida che riguarda tutti da vicino”.

Più informazioni su