Seguici su

Cerca nel sito

Fiamme Gialle, oro e bronzo agli Italiani a squadre di Monza, per il judo gialloverde

Quinto successo di fila per le ragazze, che entrano nella storia italiana. I ragazzi dimostrano coraggio e dedizione. Per loro il bronzo del podio

Fiamme Gialle, oro e bronzo agli Italiani a squadre di Monza, per il judo gialloverde

 

Il Faro on line – E’ stato un week end di festa, per il judo delle Fiamme Gialle. Ai Campionati Italiani a squadre, che si sono svolti al PalaIper di Monza, le ragazze hanno bissato il successo del 2015, salendo di nuovo sul primo gradino del podio, mentre i ragazzi hanno conquistando uno splendido bronzo, alla presenza attenta ed entusiasta del nuovo Comandante del Centro Sportivo di Castel Porziano, Raffaele Romano.

Il judo Fiamme Gialle ha ricevuto le congratulazioni del Comandante Romano, presente a Monza

Ha fatto i suoi complimenti ad entrambi i team, il Gen. Romano, sottolineando il grande spirito di squadra, espresso nei combattimenti, sia da parte delle donne, che degli uomini. Nel primo caso, a mettere l’oro al collo, sono state Martina Lo Giudice e Miriam Boi, per i 57 kg, Edwige Gwend, per i 63, Alice Bellandi, nei 70kg, insieme a Valeria Ferrari e la capitana della squadra femminile, Assunta Galeone, per +70kg. Nel secondo invece, sono stati Gabriele Sulli nei 66kg, Emanuele Bruno nei 73, il capitano Antonio Ciano nei 90kg, Vincenzo D’Arco e Giuliano Loporchio, per la massima categoria dei +100kg. Due medaglie allora, per le Fiamme Gialle, che dopo questa partecipata ed affollata edizione 2016, degli Italiani a squadre, riportano a casa, due importanti successi. Dopo le grandi conquiste di Rio 2016, il judo tricolore riparte per una stagione agonistica, aspettando gli Open del circuito internazionale, che sia nella categoria maschile che femminile, vedranno protagonisti, anche gli atleti delle Fiamme Gialle, insieme ai loro colleghi delle altre società sportive italiane.

La gara delle ragazze, campionesse italiane 2016

Una due giorni intensa, a Monza. Dove, nel primo giorno in programma, è stata la classe femminile a darsi battaglia sui tatami. Il 26 novembre, la squadra femminile Fiamme Gialle ha affrontato una impegnativa serie di eliminatorie, fino alla finale disputata con la Ssd Akiyama di Settimo Torinese. Nonostante la pesante assenza del peso dei -52kg, che ha disegnato un percorso in salita, al meglio di 5 combattimenti, partendo da meno 1, le ragazze gialloverdi hanno dato il massimo. Nel peso dei 57kg, in questo caso, Miriam Boi e Martina Lo Giudice si sono alternate, condividendo il fardello di dover immediatamente recuperare, il gap con le avversarie. E le vittorie sempre arrivate, hanno sottolineato il valore delle atlete gialloverdi. Nell’incontro per l’oro, tutte hanno brillato e sul 2 a 2, con Akiyama, la capitana Galeone ha messo il suo sigillo finale, del 3, con destinazione, primo gradino.

La gara dei ragazzi, medaglia di bronzo a squadre

Nel secondo giorno di gare, i ragazzi hanno ottenuto il terzo gradino del podio, contro la stessa avversaria delle ragazze. Un Akiyama fortissima che aveva tra le sue fila, dei rinforzi stranieri. Niente paura, per gli atleti Fiamme Gialle, che incontro dopo incontro, hanno messo al collo il loro bronzo della storia. Tuttavia, questo metallo, sembra andare stretto agli uomini gialloverdi, che arrivando al quinto combattimento, con risultato in bilico di 3 a 2, avrebbero potuto aspirare ad una prestazione migliore. L’onore delle armi non manca ad essi, comunque. Si sono battuti con coraggio ed impegno, mostrandosi vogliosi di arrivare in cima. Anche in questo caso, ha pesato l’handicap della mancanza degli 81 kg di peso, ma nonostante ciò, la medaglia di bronzo ha brillato, sui loro colli. Emanuele Bruno ed il capitano Ciano hanno vinto i loro incontri specifici, facendo bottino pieno e dopo la sconfitta del generoso e giovane Gabriele Sulli, Loporchio si è trovato dinanzi al gigante olandese, Korrel. Ha gettato il cuore oltre l’ostacolo Giuliano e stremato, ha dovuto cedere di fronte al colosso della Ssd Akiyama. Non ha impedito la gioia del podio, però. E tutti insieme, con le colleghe dell’oro, hanno festeggiato un grande fine settimana.

Il mondo gialloverde delle arti marziali ha reso omaggio ai campioni tricolori di Monza

Alla premiazione degli atleti, tanti i protagonisti del mondo degli sport da combattimento delle Fiamme Gialle, insieme ai tecnici e ai dirigenti. Tra di essi, il Gen. Raffaele Romano, il pluricampione mondiale di karate, Stefano Maniscalco, il Direttore Tecnico Salvatore Capitummino, il Comandante del II Nucleo Atleti, Giovanni Conti, il Comandante Salvatore Mendolia, il preparatore atletico Gianpaolo Quarta ed Ylenia Scapin, bronzo olimpico ad Atlanta 1996 e Sydney 2000.

 

Foto : Fiamme Gialle