Seguici su

Cerca nel sito

Parte il nuovo appalto per il trasporto pubblico a #Cerveteri e #Ladispoli

Dal 1 dicembre il subentro del nuovo gestore. Da metà dicembre saranno attive 13 nuove autolinee

Parte il nuovo appalto per il trasporto pubblico a #Cerveteri e #Ladispoli

Il Faro on line – Avverrà oggi, giovedì 1 dicembre, la consegna del servizio al nuovo gestore del Trasporto Pubblico Locale nei Comuni di Cerveteri e Ladispoli. Il servizio sarà realizzato in maniera integrata tra i due Comuni, con la creazione di nuove autolinee di collegamento tra le due città e con le rispettive Frazioni. Il nuovo gestore sarà la Ati costituita dalle aziende Seatur Spa e SABAutoservizi.

Nelle prossime ore si procederà alla immatricolazione dei nuovi autobus, che saranno ben 15 e che viaggeranno su 13 autolinee urbane e interurbane. Il valore dell’appalto ammonta a 14.445.171,50 euro + IVA, al netto del ribasso d’asta del 4,10%. I mezzi percorreranno su tutte le autolinee ben 1.022.800 km, ai quali si aggiunge l’offerta, emersa in fase di gara, di ulteriori 165.112 km/annui messi a disposizione gratuita dei due Comuni, per un totale complessivo di 1.187.912,30 km percorsi ogni anno.

Nuovi mezzi, quindi, ma anche nuove linee e nuove fermate. La ristrutturazione delle autolinee, però, non avverrà prima della metà di dicembre, per permettere al nuovo gestore di rodare il servizio e distribuire alla cittadinanza i nuovi orari. Le Amministrazioni Comunali di Cerveteri e Ladispoli, per tramite dei rispettivi Delegati al Trasporto Pubblico, Andrea Mundula e Pierlucio Latini, hanno garantito che, da contratto, il personale impiegato nei precedenti appalti sarà integrato dal nuovo gestore.

Oltre alla ristrutturazione delle linee, che premierà i collegamenti con le Stazioni Ferroviarie, con i Servizi Sanitari e con le Frazioni dei due Comuni, è prevista dal nuovo appalto una serie di servizi aggiuntivi come il Numero Verde e la App per smartphone per avere sotto controllo l’arrivo dei bus, l’ubicazione di una serie di biglietterie automatiche e la posa di nuove pensiline e paline per l’attesa dei bus.