Seguici su

Cerca nel sito

#Pomezia, presentato il progetto di riqualificazione dell’area industriale e urbana di Santa Palomba

Il sindaco Fucci: “Un incontro virtuoso tra istituzioni e aziende per garantire all’area sicurezza e decoro urbano”

#Pomezia, presentato il progetto di riqualificazione dell’area industriale e urbana di Santa Palomba

Il Faro on line – Presentato ieri mattina presso il Centro polifunzionale La Sughereta di Pomezia il progetto di riqualificazione dell’area industriale e urbana di Santa Palomba, promosso dal Comune di Pomezia, dal Comune di Roma, da Città Metropolitana di Roma Capitale, da ASI Consorzio per lo Sviluppo Industriale Roma-Latina e da Unindustria – Unione degli Industriali e delle Imprese di Roma, Frosinone, Rieti, Latina, Viterbo.

Il progetto prevede un sistema di videosorveglianza su via Ardeatina come deterrente al fenomeno della prostituzione e dell’abbandono di rifiuti, per un totale di 40 telecamere e un valore stimato di 200mila euro.

“Presentiamo oggi un progetto frutto di una sinergia senza precedenti nella nostra Città – ha detto il Sindaco di Pomezia e Vice Sindaco di Città Metropolitana di Roma Capitale Fabio Fucci in apertura – Abbiamo accolto le richieste e i suggerimenti delle tante aziende che insistono nell’area di Santa Palomba e abbiamo coinvolto il Comune di Roma e la Città Metropolitana di Roma Capitale per riqualificare un’area industriale strategica per il territorio. In questi anni molto è già stato fatto in questa direzione: l’estensione della raccolta differenziata in tutta la Città, un nuovo regolamento di Polizia Urbana, un sistema di videosorveglianza cittadina, un’implementazione delle forze di sicurezza nella zona, l’ampliamento di via Laurentina e via di Valle Caia. A questo si aggiunge il progetto di riqualificazione urbana di Santa Palomba, che interesserà in particolare le infrastrutture viarie e la stazione ferroviaria”.

Numerose le opere previste: impianto di illuminazione e videosorveglianza su via Ardeatina con messa in sicurezza di attraversamenti pedonali e banchina; adeguamento e messa in sicurezza delle fermate degli autobus; riqualificazione dei percorsi pedonali su via della Stazione, via dell’Ecologia e via della Siderurgia e collegamento con il centro residenziale di Santa Palomba; realizzazione di due tratti ciclopedonali, uno che collega la stazione con l’area industriale e uno che collega la stazione con il nucleo residenziale; riqualificazione del piazzale di ingresso alla stazione; recupero della struttura sportiva all’angolo tra via dell’Ecologia e via Ardeatina; rifacimento del manto stradale e sistemazione delle aree verdi; potenziamento del parcheggio della stazione con circa 900 posti auto in più.

L’obiettivo è migliorare, integrare e potenziare la mobilità sostenibile; migliorare il decoro urbano; incrementare i servizi esistenti; aumentare la sicurezza del territorio e migliorare le condizioni di marginalità e di degrado edilizio di un’importante area urbana. Il tutto senza il consumo di ulteriore suolo.

“Questo progetto – ha dichiarato il vice Sindaco di Roma Capitale Daniele Frongia – é la reale dimostrazione di come la collaborazione tra Enti sia fondamentale per realizzare servizi ai cittadini e alle imprese. I romani che lavorano in questo polo industriale, potranno svolgere la loro attività in tutta sicurezza e nel decoro, che consentirà loro una migliore qualità della vita”.

“Il convegno di oggi – ha aggiunto il Presidente del Comprensorio di Aprilia di Unindustria, Pierpaolo Pontecorvo – di cui sottolineo la valenza progettuale, è l’esempio di come la sinergia tra imprese e Istituzioni sia determinante per rendere concreti gli obiettivi che i due mondi, separatamente, riuscirebbero difficilmente a perseguire. Grazie a questa interazione stiamo rimuovendo alcuni degli ostacoli che da tempo rendevano difficoltosa l’attività industriale e la vivibilità nella zona di Santa Palomba, una delle aree industriali più importanti della nostra regione.

“Questo modello sarà replicato – prosegue Pontecorvo – per tutte le attività che intendiamo realizzare ed esteso anche alle tematiche regolamentate al di sopra dei confini comunali. Sarà nostra cura e interesse, infatti, coinvolgere anche la Regione Lazio nelle prossime progettualità che riguarderanno Santa Palomba, in quanto interlocutore strategico per l’effettiva attuazione di molte delle iniziative in cantiere. La logica deve essere quella di fare sistema per accrescere il valore competitivo di una delle principali zone industriali e manifatturiere del Lazio, rafforzandone la percezione economica e sociale”.

“Un’ottima iniziativa a cui abbiamo aderito con forza e entusiasmo perché Santa Palomba è per noi una priorità – ha detto in chiusura il Presidente del Consorzio Asi Sviluppo Industriale Roma Latina – Siamo a disposizione delle istituzioni e insieme sono certo riusciremo a risolvere la maggior parte dei problemi che interessano l’area industriale, dalla sicurezza alla viabilità”.