Seguici su

Cerca nel sito

Stadio della Roma? A #Fiumicino abbiamo tutto: terreni, servizi e costruttori

Provocazione (ma non troppo) del presidente del Roma Club di Fiumicino, Fabrizio Baldovini

Stadio della Roma? A #Fiumicino abbiamo tutto: terreni, servizi e costruttori

Il Faro on line – Dopo quasi un anno di indagini geologiche e idrogeologiche, la Geores, azienda che si occupa di servizi integrati di geologia, geotecnica, geofisica e geomatica applicati all’ingegneria civile e all’archeologia urbana, ha spiegato, attraverso le parole del proprio direttore generale, Claudio Vercelli, l’idoneità del sottosuolo dell’area di Tor di Valle dove sarà realizzato il Progetto Stadio della Roma.
Una squadra di ricercatori ha condotto una serie di studi i cui risultati dimostrano la totale sicurezza di Tor di Valle, dove il Tevere viene contenuto dai “Muraglioni” che proteggono il territorio, progettati per contenere le acque anche in caso di eventi atmosferici estremi.
L’indagine, della durata di più di un anno, si è concentrata su un’ampia area compresa tra il Parco del Tevere all’area meridionale dell’Eur e ha coinvolto decine di studiosi del Warredoc (Water Resources Research and Documentation Center) e del centro di ricerca internazionale sulle acque dell’Università per Stranieri di Perugia.

Ma questi studi non convincono del tutto. C’è chi ritiene idrogeologicamente troppo rischioso costruire da quelle parti, e così spunta l’ipotesi B: Tor Vergata. Non si tratta di una certezza, ma di un’ipotesi che gli americani starebbe valutando da qualche tempo. Quella che era una chiacchiera da bar è stata messa nero su bianco dal Nuovo Corriere Laziale che pubblica il carteggio tra la dirigenza giallorossa e l’amministrazione della seconda università romana.

Ma da Fiumicino parte una provocazione, un piano C, se vogliamo: “Perché non pensare a Fiumicino? Sarebbe facilmente raggiungibile con l’autostrada, ha l’aeroporto vicino, i terreni a disposizione ci sarebbero nell’area limitrofa a Parco Leonardo e al centro Da Vinci”. A parlare è il presidente del Roma Club Fiumicino, Fabrizio Baldovini.

“E’ una provocazione, ma neache più di tanto. Se Tor di Valle crea problemi, e Tor Vergata è troppo lontana, qui abbiamo avuto già la riprova che si può costruire: Parco Leonardo, il centro Commerciale Da Vinci, Nuova Fiera di Roma, grandi costruzioni private. Insomma, le zone ci sono, e la possibilità anche. I costruttori eventualmente interessati pure. Sarebbe un sogno…”