Seguici su

Cerca nel sito

Referendum, a #Fiumicino bocciata la politica delle false promesse

I Consiglieri: "Le percentuali di 'no' del nostro comune sono state le più alte a livello nazionale"

Referendum, a #Fiumicino bocciata la politica delle false promesse

Il Faro on line – “I dati sul referendum che emergono dal nostro Comune (il no si attestato bel oltre la media nazionale, al 71,29 per cento) non possono passare sotto traccia. Un ragionamento va fatto.

L’eccessiva personalizzazione del voto da parte dei Governi e delle amministrazioni Renziane a tutti i livelli, Fiumicino in primis, ha trasformato il ‘no’ in qualcosa di più profondo. Non è stata bocciata solo la proposta di modifica costituzionale. È stata bocciata una politica fatta di annunci e false promesse. Di impegni non mantenuti. Di slogan elettorali rimasti tali.

Non è un caso che il ‘no’ abbia stravinto in quei Comuni dove le condizioni di disagio sociale sono evidenti. Dove la disoccupazione è una ferita mal curata. E non è neppure un caso che il ‘no’ più forte e profondo a Fiumicino sia arrivato dalla fascia di età che va dai 18 ai 55 anni, quella che più di tutte accusa l’aumento delle tasse, l’aumento delle quote sui servizi, la mancanza di una strategia politica che rilanci l’economia di questa città.

Il fatto che nel nostro Comune le percentuali di ‘no’ siano state di gran lunga più alte rispetto al dato nazionale o regionale, deve far riflettere questa amministrazione. A due terzi del proprio mandato i cittadini hanno lanciato un messaggio chiaro e inequivocabile” – lo dichiarano i consiglieri Mauro Gonnelli, William De Vecchis e Federica Poggio.