Seguici su

Cerca nel sito

#RegioneLazio, una manovra di equità e giustizia sociale

De Paolis, Bonafoni, Bianchi: "Siamo di fronte a un passaggio importante, che dalla prossima settimana ci vedrà impegnati prima in Commissione e poi in Consiglio regionale"

#RegioneLazio, una manovra di equità e giustizia sociale

Il Faro on line – “Lotta alle disuguaglianze, giustizia sociale, ridistribuzione del reddito, taglio delle tasse e maggiori investimenti. Questi in sintesi i pilastri del bilancio presentato oggi che prevede un taglio dell’Irpef per 522mila contribuenti, con una diminuzione progressiva che si concentra sui redditi più bassi. In tutto si tratta di 107 milioni che tornano ai cittadini, ma in totale le tasse calano di 323 milioni complessivi, grazie ad anni di gestione attenta delle finanze regionali. Si tratta di una manovra che ha un respiro sociale molto ampio, frutto della cultura politica del centrosinistra che affianca alla lotta i segnali chiari di equità e riduzione delle disuguaglianze”.

Un approccio che si traduce in un equilibrio di bilancio che fa il paio con il superamento del debito della sanità e la fuoriuscita dal piano di rientro, con un ampliamento degli investimenti in servizi e infrastrutture e con l’ottimizzazione dei fondi derivanti dalla programmazione europea. Grande attenzione viene rivolta alla riqualificazione e all’ammodernamento della rete infrastrutturale con 1,3 miliardi di euro, al welfare, alla coesione e alle pari opportunità con 169 milioni di euro, al lavoro, allo sviluppo, all’università e alla ricerca a cui vengono destinati 156 milioni e alla mobilità con un totale di investimenti di circa 1 miliardo. 264 milioni di euro verranno investiti nell’edilizia sanitaria e nella rete ospedaliera”.

“Siamo di fronte a un passaggio importante, che dalla prossima settimana ci vedrà impegnati prima in Commissione e poi in Consiglio regionale, per raccogliere i risultati di anni di lavoro di coalizione del centrosinistra”. E’ quanto affermano il capogruppo e le consigliere regionali di Si – Sel, Gino De Paolis, Marta Bonafoni e Daniela Bianchi.