Seguici su

Cerca nel sito

Intervista a Paolo Gabbarini: “Gli atleti del Team hanno indicato la via, ai giovani atleti del progetto EduKaraTeam”

Il primo obiettivo della stagione, resta la formazione. Il sound karate, il centro dell’attività. Il 20 dicembre, la dimostrazione di Natale, in celebrazione del ventennale

Più informazioni su

Intervista a Paolo Gabbarini: “Gli atleti del Team hanno indicato la via, ai giovani atleti del progetto EduKaraTeam”

Il Faro on line – Il Cuore Puro del MuShin si è fatto sentire, ancora una volta. Il suo battito ha caratterizzato il ritmo del karate dei suoi allievi e sotto il cielo di Cervia, lo scorso 4 dicembre, gli atleti del dojo di Casal Palocco, hanno riportato a casa, 25 medaglie. E’ cominciata allora una stagione impegnativa. Prosegue, tuttavia, dopo l’edizione della Coppa Italia, dello scorso mese di ottobre. In quell’occasione, il team MuShin aveva messo al collo, 28 metalli. Una grande sfida vinta, da tutta la squadra. Un grande coro di tecniche, sogni e armonie.

Sempre scandita da tanti progetti, l’attività del MuShin. L’iniziativa dell’Edukarateam è il modello di crescita, che tutto il dojo segue. Prima delle feste di fine anno, si rinnoverà l’annuale appuntamento della dimostrazione di Natale. Il Maestro Paolo Gabbarini ne anticipa i contenuti, descrivendo anche i progetti e gli obiettivi di questo nuovo anno, targato Cuore Puro. Insieme a tutto lo staff, del MuShin. Atleti, istruttori e docenti. Destinazione affascinante dell’attività agonistica, sarà il Mondiale di maggio, in casa. E allora, l’Edukarateam prende per mano i suoi atleti e non solo per portarli in cima al podio, ma anche per farli vincere, nella vita.

Ecco, le parole del Maestro Gabbarini:

Caro Maestro Paolo, da pochi mesi, si è aperta la nuova stagione agonistica del Mushin. Si è ricominciato a lavorare, per il Cuore Puro. E già, sono arrivate tante medaglie …

“I primi due appuntamenti agonistici della stagione, sebbene avessero caratteristiche differenti, hanno avuto come fattore comune, l’ottimo livello tecnico dei partecipanti alle competizioni. Questo elemento ha dato ulteriore valore alle medaglie conquistate dal MuShin ed ha fornito, interessanti spunti di riflessione tecnica, sulle aree che è necessario migliorare. Anche questa volta, ci sarà un approfondimento dal punto di vista tecnico e sui fattori psicologici, che condizionano la prestazione agonistica, insieme alla nostra mental coach, la Dott.ssa Libera Del Lungo. In termini generali, possiamo affermare che gli atleti del Team hanno confermato la loro maturità agonistica ed hanno indicato (sia nella competizione a squadre che nell’individuale), la via ai giovani atleti del progetto EduKaraTeam.

Si sono rinnovati i progetti formativi. Quali sono? Come stanno procedendo? Ci sono delle novità?

Il progetto di formazione EduKaraTEam (educare al karate attraverso i valori di team), che è il cuore pulsante delle attività MuShin, è stato presentato a metà ottobre e si concluderà, come sempre, nel MuShin Day, previsto per giugno 2017, con la consegna dei gadget. Hanno partecipato tutti gli allievi inseriti nei gruppi Baby Project, Project e Team, insieme allo staff dei docenti. Erano presenti Riccardo La Motta (campione italiano il 4 dicembre, anche a Cervia), il quale, da alcuni anni, affianca il prof. Andrea Bianchetti nella specialità kumite. Diego e Lorenzo Del Proposto (già atleti azzurri e neo campioni italiani a squadre) responsabili del settore Kata. Chiara Barone, che coordina l’attività degli Istruttori dei pre-agonisti e la dott.ssa Libera Del Lungo, che cura l’aspetto emotivo e svolge da anni con successo, il ruolo di mental coach. Due, gli obiettivi principali della stagione 2016-2017: far conoscere i valori del progetto educativo ai nuovi atleti Baby Project e completare l’esordio nella categoria marrone-nera per gli atleti Project. Quest’ultimo obiettivo è stato già brillantemente raggiunto da Emilia Risa, Ludovica ed Edoardo Morgante, che hanno conquistato, il titolo di campione del mondo, per le ragazze e quello di vice iridato, per lo stesso Edoardo, a Rimini, nel giugno 2016.

Quali sono gli obiettivi della stagione?

“Portare avanti le tante iniziative MuShin, tra cui il progetto del sound karate, che resta il primo scopo stagionale, a cui quest’anno si aggiunge il campionato del mondo di maggio 2017 per il quale Fiam sarà, ancora una volta, la federazione organizzatrice dell’evento”.

Il prossimo 20 dicembre, ci sarà la festa di Natale. Puoi indicare, delle anticipazioni?

“Anche quest’anno la dimostrazione di Natale, oltre ad essere un importante momento di incontro con le famiglie degli allievi, è ricca di eventi. Abbiamo sempre cercato di creare un collegamento, tra i contenuti della festa e la ”attualità MuShin”. Proprio per questo, saranno 3 i temi principali, raccontati attraverso il vincente connubio musica-karate: 1) festeggiamento/conclusione del ventennale MuShin ; 2) celebrazione degli atleti che hanno partecipato al campionato del mondo di giugno 2016, attraverso il tema 2016 MuShin Possible ; 3) presentazione del campionato italiano, di dicembre 2016, attraverso una dimostrazione di kata e kumite, a squadre”.

 

Foto : MuShin Karate Eschilo

Più informazioni su