Seguici su

Cerca nel sito

#Afghanistan, ex governatore accusa il vicepresidente, ‘mi ha violentato’

L'ex governatore della provincia afghana di Jawzjan, Ahmad Eshchi, ha accusato l'attuale primo vicepresidente Abdul Rashid Dostum.

Il Faro on line – L’ex governatore della provincia afghana di Jawzjan, Ahmad Eshchi, ha accusato l’attuale primo vicepresidente Abdul Rashid Dostum (nella foto) di averlo sequestrato e sottoposto con le sue guardie del corpo a violenze sessuali.

Lo riferisce oggi Tolo tv di Kabul. Eshchi, in passato alleato di Dostum, un ‘Signore della Guerra’ afghano riconvertitosi alla politica, ha concesso una intervista all’emittente in cui ha ricostruito il suo sequestro, la permanenza per cinque giorni in una residenza di Dostum dove sarebbe stato torturato e obbligato a inenarrabili pratiche sessuali, e il trasferimento finale per undici giorni in un carcere della Direzione nazionale della sicurezza (Nds).

Eshchi sostiene che Dostum ed i suoi uomini non hanno neppure chiarito di cosa fosse ritenuto responsabile. “Mi sono rivolto al presidente, ad organismi internazionali e a Paesi stranieri – ha assicurato – per ottenere giustizia per quello che ho subito”.

Da parte sua l’ufficio stampa del vicepresidente chiamato in causa ha diffuso un comunicato in cui si smentisce la versione fornita dall’ex governatore, si evoca “una congiura” di alcune istituzioni ai danni di Dostum e si assicura che l’arresto è stato disposto dalla Nds perché “Eshchi stava minacciando la sicurezza della provincia di Jawzjan”.

Di fronte a questa vicenda Stati Uniti, Unione europea (Ue) e Gran Bretagna hanno chiesto al governo afghano “la massima chiarezza” sulle eventuali responsablità di Dostum.