Seguici su

Cerca nel sito

#Farmacisti in aiuto per l’Asilo in Nepal

Tullio Dariol, Presidente Fia: "Siamo felici di questa neo-nata Partnership perché da sempre cerchiamo di allargare in modo reticolare le collaborazioni con altre realtà"

Più informazioni su

Farmacisti in aiuto per l’Asilo in Nepal

Il Faro on line – Farmacisti in aiuto si era mobilitata da subito con una raccolta straordinaria di fondi a seguito del terremoto di aprile 2015. Già oltre un anno fa erano stati consegnati dei kit d’emergenza a mamme e puerpere con beni di prima necessità e studiati appositamente per il delicato momento della donna e del suo bambino.
Nel corso del tempo è proseguito l’impegno in favore dell’istruzione, con la distribuzione di materiale scolastico ed un supporto alla scuola temporanea, in previsione della sua ricostruzione.

Ora Farmacisti in aiuto ci racconta una nuova avventura, in collaborazione con la Onlus “Libro e Zuppa” la cui Presidente Valeria Palmieri è stata per tanti anni Presidente di un’altra Onlus con cui i Fia collaborano da oltre dieci anni. In particolare le due Associazioni collaboreranno per il progetto “L’asilo di Casa Nepal”.
Sappiamo tutti che i primi anni di vita sono fondamentali per lo sviluppo delle capacità cognitive e della personalità dei bambini. Tutti i pedagogisti concordano nel ritenere che la frequenza dell’asilo nido e poi della scuola materna aiuta il bambino a gestire meglio il rapporto con gli altri, coetanei ed adulti, a vivere un ambiente diverso rispetto alla loro casa, appositamente pensato per loro, dove svolgere attività finalizzate a favorire lo sviluppo delle abilità motorie, della fantasia, del linguaggio, del ragionamento, della comprensione dei rapporti spaziali/temporali/causali”.
In Nepal, invece, non viene data molta importanza a questa fase dello sviluppo ed in molte scuole tutti i bambini dai 3 ai 7 anni, inclusi quindi anche quelli della Prima Elementare, stanno in un’unica classe con un’unica insegnante, che si occupa dell’istruzione dei più grandi, mentre si limita a “sorvegliare” i più piccoli.

Ci racconta Valeria Palmieri, Presidente di Libro e Zuppa Onlus: “Poiché molte delle donne vittime di violenza accolte a Casa Nepal hanno figli di questa età, abbiamo pensato di costruire nel giardino della casa un piccolo asilo, ecologico ed antisismico in quanto fatto di bambù, per tenervi i bambini in età da asilo con una insegnante specializzata che, oltre a farli giocare, e anzi proprio attraverso il gioco, insegni loro anche qualcosa di utile per il loro futuro da studenti e di cittadini”.

“Un bellissimo progetto – conclude Tullio Dariol, Presidente di Farmacisti in aiuto – che abbiamo accolto con molto piacere e speriamo che siate in molti a sostenerlo con una donazione. Siamo felici di questa neo-nata Partnership perché da sempre cerchiamo di allargare in modo reticolare le collaborazioni con altre realtà che, come noi, condividono la voglia di aiutare l’altro. L’asilo è al momento in costruzione e speriamo di poter offrire ai bimbi che lo frequenteranno il meglio, garantendo il diritto all’istruzione e all’infanzia che la povertà e le condizioni sociale hanno loro tolto”.

Per avere maggiori informazioni:
vi invitiamo a visitare il nostro sito www.farmacistiinaiuto.org, la nostra pagina facebook https://www.facebook.com/FarmacistiinaiutoOnlus, a contattarci via mail segreteria@farmacistiinaiuto.org oppure contattare la nostra segreteria al 346-4360567.

Più informazioni su