Seguici su

Cerca nel sito

#Acilia, Sinistra Italiana: “Senza il ponte, stazione a metà”

Con Stefano Fassina e Massimo Cervellini, un flash mob per chiedere la realizzazione delle infrastrutture necessarie per la stazione di Acilia Sud

#Acilia, Sinistra Italiana: “Senza il ponte, stazione a metà”

Il Faro on line – “Accade nella città eterna, accade nel nostro Municipio. La ferrovia Roma Lido, una delle tratte ferroviarie peggiori d’Europa, rischia di battere ogni record negativo. I cantieri della nascente stazione di Acilia Sud sono fermi dal 26 Novembre. La fine dei lavori, qualora il cantiere riprenda le attività, è prevista per l’estate 2017, praticamente due anni di ritardo che raddoppiano i tempi inizialmente preventivati. Al danno si aggiunge la beffa perchè questa stazione sarà completamente inutile se non verranno realizzate le opere accessorie indispensabili per la piena accessibilità della struttura. Dal progetto sembra scomparso, sebbene precedentemente finanziato, il sovrappasso pedonale per l’attraversamento di Via Ostiense, Via del Mare e Via dei Romagnoli, un’opera accessoria strategica necessaria per permettere ai residenti dei popolosi quartieri di Dragona e Dragoncello l’accesso alla stazione” – lo dichiara Marco Possanzini per Sinistra Italiana X Municipio.

Stesso discorso vale per il parcheggio sul versante di Dragona. Questi interventi, rispettivamente da 2,1 milioni e da 2,9 milioni di euro, finanziati e inseriti nel Programma di Riqualificazione Urbana Acilia-Dragona, sono praticamente scomparsi dai progetti. Tutto ciò è assolutamente inaccettabile ed è per questo che Giovedì 22 Dicembre, alle ore 16.00, in Viale dei Romagnoli angolo Via Carlo Casini, davanti ai cantieri fermi della nascente stazione della ferrovia Roma Lido Acilia Sud, abbiamo organizzato il flash mob “Senza il Ponte Stazione a Metà“. Saranno con noi il Consigliere Comunale Stefano Fassina e il Senatore Massimo Cervellini che ringraziamo per l’impegno. Sono invitati tutti i residenti, tutti i comitati, tutti coloro che vogliono lottare insieme a noi perchè si realizzi, così come previsto, il ponte di collegamento alla stazione e il parcheggio per i pendolari” – conclude Possanzini.