Seguici su

Cerca nel sito

Oro in Coppa del Mondo. Luigi Samele vince la tappa di Cancun

Nella gara individuale, il bronzo olimpico di Londra 2012 esce con il titolo individuale. Sesto posto, per Enrico Berrè ed Irene Vecchi

Oro in Coppa del Mondo. Luigi Samele vince la tappa di Cancun

Il Faro on line – E’ arrivata la 16esima medaglia in Coppa del Mondo, per Luigi Samele. Il bronzo a squadre, nella sciabola azzurra, a Londra 2012, ha vinto la sua seconda medaglia d’oro, in una tappa della Coppa del Mondo. La numero due, in ambito individuale.

E’ accaduto, nell’ultima gara internazionale di scherma dell’anno 2016, a Cancun. Il due volte oro a squadre, nella Coppa Europa per Club, con le Fiamme Gialle, ha trionfato non solo in finale, ma anche in un percorso perfetto e netto, che lo ha visto primeggiare sugli avversari. Luigi ha cominciato il suo percorso, sotto il caldo cielo messicano, vincendo sul britannico Deary, per 15 a 6. Ha proseguito a vincere poi, in pedana e tutto solo, con la rivelazione a stelle e strisce, Eli Dershwitz, con il risultato di 15 a 14. Con il punteggio in seguito di, 15 a 10, ha superato il fortissimo russo Kamil ibragimov. Anche un derby tutto tricolore e gialloverde, in questa Coppa del Mondo, per Samele. Infatti, ai quarti di finale, ha incontrato in gara, il suo compagno di squadra ed altrettanto plurimedagliato, Enrico Berrè, con cui ha vinto per 15 a 12. In semifinale, Luigi ha proseguito il suo cammino costante e attento, duellando con l’ungherese Gemesi. Questa semifinale emozionante, lo ha visto naturalmente uscire vincitore, per 15 a 9. La Sud Corea lo ha poi atteso in finale. E’ stato Lee Jonghyun a soccombere, davanti alla classe dell’azzurro delle Fiamme Gialle. 4 punti in meno in tabellone per il suo avversario sucoreano e Samele è salito sul primo gradino del podio, sul 15 a 11.

Dopo aver perso ai quarti, proprio con Samele, Enrico Berrè si è fermato solamente ad un soffio dal podio. il suo sesto posto ha confermato il suo ottimo stato di forma. A Cancun, Enrico ha vinto tre incontri. Ottima prestazione internazionale, anche per Irene Vecchi. Anche lei, come Berrè si è fermata ai piedi del podio, dopo aver subìto la sconfitta ai quarti di finale. Concludendo al sesto posto, come il suo compagno di club. E’ stata l’olimpionica russa, Yana Egorian a frenare la corsa di Vecchi, verso le medaglie. Per 15 a 12, la Egorian ha proseguito la competizione, fino all’oro finale. Irene, da parte sua, ha vinto 3 incontri, scontrandosi nel turno delle 16, con Loreta Gulotta, anch’essa atleta gialloverde.

 

Foto : Augusto Bizzi