Seguici su

Cerca nel sito

L’importanza di essere civici. Convegno organizzato dai Movimenti “Comune Autonomia e Libertà” e “Gruppo Indipendente Libero” foto

Presenti il Sindaco, l’assessore all’urbanistica, il Garante dell’Infanzia e il delegato alla Protezione civile

L’importanza di essere civici. Convegno organizzato dai Movimenti “Comune Autonomia e Libertà” e “Gruppo Indipendente Libero”

Il Faro on line – Cambia il mondo, non cambiano le esigenze dei cittadini. Ma si modifica il modo di interpretare il ruolo civico all’interno del tessuto anche politico. Storicamente si è passati attraverso tre fasi: la prima, dove si dava una sorta di delega in bianco alla politica aspettando che risolvesse i problemi e desse risposte ai bisogni della collettività; la seconda, dove la politica è stata vista come negativa, incapace di dare risposte, e per questo la partecipazione civile si è fatta attiva, propositiva e spesso dirompente. La terza, quella attuale, dove al netto di un populismo alimentato da un’insoddisfazione che ancora resiste, si è capito che le due anime – la politica organizzata in partiti e la società organizzata in movimenti – debbono e possono coesistere, sulla base di programmi condivisi. Una sorta di controllo, esercitato non più solo con il voto ma pedissequamente durante l’azione di governo, in grado anche di indirizzare le scelte politiche, dettare l’agenda delle priorità.

E’ il messaggio scaturito dall’assemblea pubblica organizzata dai Movimenti “Comune Autonomia e Libertà” e “Gruppo Indipendente Libero” presso il Best Western Hotel. La città è un sistema complesso dove si incontrano i bisogni dei cittadini che vi risiedono, delle imprese che vi operano, dei gruppi di persone che si organizzano per creare servizi per la comunità. Una prospettiva di città va discussa, quindi, non solo nei luoghi della politica ma, soprattutto, in incontri pubblici con il confronto diretto con le persone che la vivono.

Il Convegno è stato incentrato sui temi della Politica e della cittadinanza attiva attraverso analisi ed esperienze a confronto sulle prospettive di un’idea di Città condivisa, un focus sulla “Città che vorrei”.

Relatori dell’incontro sono stati Maurizio Ferreri, Capogruppo Cal, che ha fatto un a lunga disamina sui risultati raggiunti dall’amministrazione Montino e sui prossimi obiettivi da raggiungere; da Domenico Ruggiero Perna, Presidente Cal, che è entrato nel merito di come la vicinanza dell’aeroporto può creare economia e di come si possano creare strumenti a sostegno dei lavoratori che si trovassero in difficoltà. Infine Mario Russo D’Auria, Presidente Gil, che ha messo l’accento sulla necessità di ritrovare il rapporto con i cittadini, troppo spesso dimenticati da chi arriva al potere.

Esterino Montino, Sindaco di Fiumicino, si è detto soddisfatto del confronto, rivendicando un’idea di città ben precisa che, pur se tra molte difficoltà e tante cose ancora da fare, inzia a delinearsi sui temi della cultura e della solidarietà, oltre alle grandi idee di infrastrutture. Ezio Di Genesio Pagliuca, Assessore all’Urbanistica di Fiumicino, più che entrare nello specifico dei temi del suo assessorato, ha ricordato come l’azione politica sia anche far sapere ai cittadini cosa si sta facendo quali siano i risultati raggiunti, onde evitare un dannoso oblio che, prima che alla politica, crea un danno al sentire comune, formando una cittadinanza inutilmente insoddisfatta a fronte di tanti obiettivi raggiunti (ma magari non visibili). Alfredo Diorio, Delegato della Protezione Civile Fiumicino, ha posto l’accento sull’utilità della collaborazione tra cittadini e istituzioni, a patto che il rispetto sia reciproco, in termini di impegni presi e di attenzione alle esigenze. Vincenzo Taurino, Garante Diritti Infanzia e Adolescenza Fiumicino, che ha descritto un territorio con un terzo dei residenti sotto la soglia della maggiore età, e dunque con grandi bisogni ai quali finora non si è riusciti a dare risposte esaustive. Ecco dunque, tra le iniziative annunciate, la riproposizione della creazione della Città dell’Infanzia, all’ex Parco Bezzi; un progetto che permetterebbe a Fiumicino di diventare capofila di un’attenzione verso i più piccoli che non sia solo di mera facciata. Infine, ai lavori del convegno ha partecipato anche il consigliere regionale Gianluca Quadrana.