Seguici su

Cerca nel sito

#Fiumicino, consegnati i diplomi di Soccoritore Veterinario

Il primo corso nella Regione Lazio, voluto dall'associazione di Protezione civile Nuovo Domani

Il Faro on line – “La civiltà di un popolo si misura dal modo in cui tratta gli animali” diceva Mahatma Gandhi. E in questa frase è racchiuso tutto lo sforzo, l’impegno, la passione, anche l’approccio culturale, che ha portato tanti giovani all’attestato di Soccorritore veterinario, consegnato nella bella cornice di Villa Guglielmi a Fiumicino.

soccorso veterinario

Il corso, unico nella regione Lazio e il terzo in Italia, diretto dalla dott,ssa Elena Baroni coadiuvata dal dott. Alessandro Marcenta, ha visto impegnati uomini e donne nel capire come intervenire in situazioni di pericolo per gli animali.

Il soccorso, infatti, non deve solo essere fatto nell’interesse della sicurezza dell’animale ferito, ma anche di chi lo soccorre, di chi sta nei paraggi e, ovviamente, seguendo regole, metodologie e norme ben condificate.

L'immagine può contenere: 3 persone, persone che sorridono, persone sedute, persone in piedi e spazio al chiusoAlla cerimonia di consegna del corso, organizzato dall’associazione di protezione civile Nuovo Domani, c’erano il sindaco Montino, il vice sindaco Annamaria Anselmi, i consiglieri Maurizio Ferreri, Angelo Petrillo ed EricaAntonelli, il presidente dell’associazione Nuovo Domani Alfredo Diorio e, ovviamente, i titolari del corso.

Il sindaco ha sottolineato come Fiumicino si stia distinguendo per una serie di iniziative uniche nel Lazio. Il Garante per l’Infanzia, figura accomunata solamente a Rieti in tutta la regione, e il pronto soccorso veterinario, altra chicca tutta nostrana.

La vice sindaco, che è tuitolare anche dell’assessorato Attività Produttive, ha invece sottolineato come la tutela degli animali oltre che un traguardo sotto l’aspetto culturale, vuol dire anche creare le condizioni giuste per muovere un’economia territoriale vasta, che gira intorno propruio agli animali. La cura di un animale, la sussistenza, la condivisione dei giochi portano a invedtire tempo e risorse economiche che restano comunque sul territorio, creando economia in maniera virtuosa.

Alla fine della premiazione, brindisi Natalizio e l’appuntamento al prossimo anno per un secondo corso base. E non è escluso che si possa proporre anche un corso avanzato, per chi si è già diplomato.