Seguici su

Cerca nel sito

#Gaeta, emergenza idrica: la Conferenza Ato 4 implementa il Programma degli Investimenti con le proposte sollecitate dal Sindaco

Il Sindaco: "Un risultato importante raggiunto dalla Conferenza Ato 4"

#Gaeta, emergenza idrica: la Conferenza Ato 4 implementa il Programma degli Investimenti con le proposte sollecitate dal Sindaco

Il Faro on line – Potenziamento dell’approvvigionamento dalla fonte di Capodacqua, realizzazione di un nuovo pozzo di captazione in località 25 Ponti, lavori sulla rete del sud pontino per la riduzione della dispersione idrica: sono queste le proposte sollecitate dal sindaco di Gaeta Cosmo Mitrano e accolte dalla Conferenza dei Sindaci e dei Presidenti Ato 4, nell’ultima riunione, per porre rimedio alla grave carenza d’acqua che attanaglia il sud pontino sopratutto durante il periodo estivo.

Discusse e valutate nel corso della riunione dei Sindaci dell’Ato 4 (Ambito Territoriale Ottimale), svoltasi il 7 settembre u.s, presso la sede distaccata della Provincia di Latina a Formia, tali proposte sono divenute parte integrante del Programma di Investimenti adottato dalla Conferenza Ato 4 per superare le criticità dell’area del Golfo di Gaeta, nell’ambito dell’incontro svoltosi il 20 dicembre nella Sala Consiliare della Provincia di Latina.
A settembre il Sindaco Cosmo Mitrano, rappresentato dal Consigliere Comunale Francesco Magliozzi, portò all’attenzione del vertice riunito tutta la drammaticità della situazione vissuta dalla Città di Gaeta e dall’intero Golfo nella distribuzione idrica, andando subito al nocciolo della questione: la necessità assoluta di prendere provvedimenti che in via definitiva eliminassero, o quantomeno riducessero, la carenza d’acqua che si ripresenta ogni anno, e da diversi anni, in forma sempre più acuta. Gli amministratori di Gaeta sostennero, in quella sede in modo chiaro e forte, che due erano le strade da intraprendere immediatamente: aumentare l’approvvigionamento idrico, anche attraverso la creazione di nuovi pozzi di captazione e ridurre la dispersione idrica che è pari al 60%.

Potenziamento dell’approvvigionamento dalla fonte di Capodacqua, realizzazione di un nuovo pozzo di captazione in località 25 Ponti, lavori sulla rete idrica del sud pontino per la riduzione della dispersione idrica: queste le direttrici da noi sollecitate – affermano il Primo Cittadino ed il Consigliere Magliozzi – che si sono riempite di forma e contenuto con l’accoglimento definitivo nel Programma degli Investimenti 2016/2019. Un risultato importante raggiunto dalla Conferenza Ato 4, nella consapevolezza che per la soluzione definitiva del problema sarà necessario prevedere fondi stabili per interventi di sistemazione di tutta la rete del sud pontino lunga ben 540 km”.