Seguici su

Cerca nel sito

#Cerveteri, i Comitati: “Affare antenna a Valcanneto, la politica tace”

Sono passati 44 giorni dalla delibera in discussione senza aver ricevuto risposte nè tecniche né politiche da parte dell'Amministrazione pubblica

#Cerveteri, i Comitati: “Affare antenna a Valcanneto, la politica tace”

Il Faro on line – Inizia con un altra protesta di cittadini l’ultimo consiglio comunale dell’anno. Un gruppo di abitanti della zona Borgo San Martino – Valcanneto infatti, nonostante la bassa temperatura di questi giorni e, rinunciando alle tipiche serate di Natale da trascorrere davanti al camino in compagnia di parenti e amici, hanno fatto di nuovo irruzione nell’aula consigliare con la bocca fasciata e significativi cartelli di protesta. “Siamo qui – dicono i dimostranti – per chiedere ancora una volta l’annullamento della deliberazione del Consiglio Comunale n° 49 del 16 /11/2016 avente come oggetto: Istanza presentata da Wind Telecomunicazioni S.P.A. Prot. 28655 del 28/07/2015 per l’istallazione di una stazione radio base- ordinanza del TAR del Lazio n° 1314/2016 – Art. 2 del regolamento di disciplina delle istallazioni delle stazioni radio base per la telefonia mobile e telecomunicazioni nel territorio di Cerveteri – Piano di sviluppo di rete 2016/2017 presentato da Wind Telecomunicazioni S.P.A. In data 09/09/2016 prot. 38107 – Modifica “Del Piano di istallazione degli impianti di radio telecomunicazioni” Determinazioni”.

La richiesta dei dimostranti di annullamento della delibera in questione nasce in quanto si ritiene che la deliberazione della ennesima mega antenna in zona Valcanneto – San Martino è in netto contrasto con il regolamento comunale. Carente nella documentazione e priva di un dibattito, anche in commissione urbanistica, che prendesse in considerazione l’eventuali osservazioni dei cittadini e dell’attuale affittuario del terreno indicato per tale istallazione, affittuario che si ritiene comunque parte lesa non tutelata. I dimostranti inoltre, esponendo in bella vista cartelli con su scritto il numero 44 hanno voluto denunciare all’opinione pubblica che sono passati 44 giorni dalla delibera in discussione senza aver ricevuto risposte nè tecniche né politiche da parte dell’Amministrazione pubblica.

Alla annunciata disponibilità del Sindaco di ricevere una delegazione ha fatto seguito il nulla, come ha fatto seguito il nulla, ha dichiarato Luigino Bucchi Presidente del Comitato di zona di Borgo San Martino, alla nostra richiesta di informazioni a risposta scritta inviata via Pec in data 24 novembre 2016 (36 giorni fa), prot. 0051964 al Sindaco Pascucci e all’ Assessore all’ambiente Gubetti. Intanto, “l’affare antenna” è arrivato sui tavoli della politica regionale con una interrogazione a firma del Consigliere Luca Malcotti. Si apprende inoltre, che altre interrogazioni nei prossimi giorni saranno presentate alla Camera dei Deputati e al Senato da diverssi gruppi politici.

Oltre al Comitato di zona di Borgo San Martino, alla protesta hanno preso parte anche esponenti di: Unidem Pd Cerveteri, Associazione Mamme Etrusche, Forza Italia giovani di Cerveteri , Movimento Cuori Cerveterani, Amici di Beppe Grillo, Noi con Salvini Cerveteri.