Seguici su

Cerca nel sito

#Fiumicino, case Ater, 40 famiglie senza riscaldamenti

I consiglieri De Vecchis e Poggio a Montino e Raggi: riportare la situazione alla normalità.

#Fiumicino, 40 famiglie senza riscaldamenti

Il Faro on line – Dal 17 dicembre oltre 40 famiglie del comprensorio Ater di via del Porto di Claudio a Fiumicino sono senza riscaldamenti. Una situazione assurda e paradossale. Il problema sono le tubazioni interrate che ormai logore hanno ceduto creando ingenti perdite d’acqua.

Peccato che l’Ater non abbia alcuna intenzione di sostituirle e abbia invece pensato bene di chiuderle. Così 4 fabbricati dove vivono 10 nuclei famigliari ognuno si ritrovano da ormai tre settimane senza riscaldamenti.
Oltre a questo si continuano a registrare fuoriuscite di liquami (i pozzetti vanno continuamente in tilt e si intasano) che rendono l’aria totalmente insalubre. E un totale abbandono degli stabili che presentano evidenti segni di cedimento, con grosse crepe e caduta di cornicioni e calcinacci. Un pericolo per l’incolumità dei residenti e dei numerosi bambini che giocano nei cortili.
L’Ater continua a fare orecchie da mercante. È assolutamente necessario che sia il sindaco di Fiumicino che quello di Roma, responsabile della Città Metropolitana di Roma Capitale da cui dipende l’Ater, si attivino immediatamente per sollecitare l’ente e riportare il prima possibile la situazione alla normalità.

Lo dichiarano i consiglieri comunali William De Vecchis e Federica Poggio