Seguici su

Cerca nel sito

We Run Rome 2016, quarto l’italiano La Rosa. Vincono Irabaruta, per gli uomini e Beaugrand, per le donne

Affollata gara del 31 dicembre. Il popolo dei runners corre per le vie di Roma. Gli azzurri, tra i primi dieci

Più informazioni su

We Run Rome 2016, quarto l’italiano La Rosa. Vincono Irabaruta, per gli uomini e Beaugrand, per le donne

Il Faro on line – Festa di Capodanno anticipata, per i runners della sesta edizione della We Run Rome. In 10mila, si sono ritrovati tutti in Viale Delle Terme di Caracalla, per partire dallo start, alle ore 14.00.

Un 31 dicembre, tutto di corsa allora, in una Capitale blindata ed in sicurezza. Lo sport ha saputo alleggerire un momento di difficoltà e ha potuto regalare un sorriso, al trionfo della vita. Sono state due, le distanze coperte dai partecipanti. 10km e 5km. Solo una, la gara competitiva, nei 10km. Per questa competizione, era in programma anche, una non competitiva, insieme ai 5km.

Stefano La Rosa, il primo degli italiani. Salami sesto e Chiappinelli, decimo

Il favorito della vigilia, Stanley Biwott, prestigioso ospite della competizione romana, non ha tuttavia disilluso le attese. E’ salito in egual modo, sul podio. Ma sul secondo gradino, tagliando il traguardo in 28’52’’. Il vincitore dell’edizione 2015, Florian Carvalho si è piazzato al terzo posto, con il tempo di 28’54. L’oro della We Run Rome 2016 è andato ad un atleta del movimento italiano. Olivier Irabaruta, dell’Atl. Casone Noceto, ha registrato un crono di 28’46. Tutti appaiati allora, gli atleti che hanno conquistato le medaglie. Il campione europeo dei 10mila in Coppa Europa, Stefano La Rosa è arrivato ai piedi del podio. Il fondista dei Carabinieri è giunto all’arrivo, con il tempo di 29’18, arrivando primo, rispetto agli altri italiani, della gara maschile. Di soli 4 centesimi distaccato, si è piazzato quinto, Eyob Ghebrehiwet Faniel, della Venice Marathon Club. Con il tempo di 29’27’’, ha terminato la sua 10km competitiva, il keniano Victor Kiplimo. L’altro azzurro, Marco Salami, del Centro Sportivo Esercito, si è classificato al settimo posto, con il timing di 29’29’’. Una 10km competitiva, molto emozionante, dunque, che ha visto Roberto Bonardo ed il giovane talento del cross tricolore, Yohanes Chiappinelli, dei Carabinieri, arrivare rispettivamente, nono e decimo. Il primo con il crono di 30’03 ed il secondo, con il tempo di 30’17’’.

La gara delle donne. Oro alla triatleta di Rio, Beaugrand. La Straneo conquista l’argento

Per la categoria femminile, Cassandre Beaugrand ha chiuso la gara dei 10km, con il timing di 33’12’’. La triatleta diciannovenne, appena tornata da Rio 2016, è salita sul primo gradino del podio. Alle sue spalle, è giunta Valeria Straneo, della Runner Team ’99. La vicecampionessa mondiale 2014, di maratona, ha firmato la sua We Run Roma, del Capodanno romano, con 33’21’’, sul traguardo. La medaglia di bronzo è stata messa al collo da Christelle Daunay. La campionessa mondiale dei 42 km di Mosca ha finito la sua corsa, con il tempo di 33’32’’. E’ stata Anna Incerti, delle Fiamme Azzurre, ad arrivare ai piedi del podio femminile. Ha conquistato il suo quarto posto, con il crono di 33’37’’. Quinta e sesta, sono arrivate Valeria Roffino, compagna di club di Anna e Rosalba Console, delle Fiamme Gialle. La Roffino lo fatto con il timing di 33’58’’, mentre la campionessa italiana dei 10mila su pista gialloverde ha piazzato la sua partecipazione, con 34’01’’.

Più informazioni su