Seguici su

Cerca nel sito

Socialisti #Ostia: “Facciamo sentire con forza la protesta contro l’ennesimo affronto al diritto di voto dei cittadini”

Assogna: "Dobbiamo evidenziare che il bilancio del Commissariamento è realisticamente di lasciare la situazione del Municipio peggiore di come l'hanno trovata"

Più informazioni su

Socialisti #Ostia: “Facciamo sentire con forza la protesta contro l’ennesimo affronto al diritto di voto dei cittadini”

Il Faro on line – “E’ positiva la generale reazione dei cittadini di Ostia e del X Municipio di fronte all’ennesimo affronto riguardo al diritto di voto e di scelta dei propri Amministratori.

Si continua con lo stravolgimento della stessa legalità, usando strumentalmente la volontà di ricostruire condizioni di legalità, purtroppo iniziata con l’assurdo scioglimento per infiltrazioni Mafiose di un Consiglio Municipale già sciolto da ben 5 mesi, il Presidente del PD già agli arresti domiciliari e tutta la Dirigenza già rimossa.

Adesso si è proceduto ad una incredibile proroga, nonostante che la legge preveda che il Commissaariamento di 24 mesi possa avvenire solo in casi “eccezionali”, mentre per Ostia tale termine viene “superato” senza gli ulteriori 6 mesi di proroga, essendo stato Commissariato il 9 aprile 2015 dal Magistrato Sabella e proseguito dal Prefetto Vulpiani.

E’ estremamente grave che il Governo, su pressione interessata del Pd con l’intento di spostare la data delle votazioni, abbia con leggerezza proposto la proroga che risulta viziata e che il Presidente Mattarella, custode della Costituzione e il suo Staff, non si siano accorti della grave violazione delle stesse norme di legge.

Peraltro la stessa intervista rilasciata dal Commissario Vulpiani a IL Messaggero parla, ovviamente a propria difesa, usando termini impropri ed eccessivi come “Rivoluzione nel Municipio?”, che nessuno ha visto ed infatti “parla delle cose da fare” e quindi ancora non fatte in questo lungo periodo di Commissariamento con i pieni poteri.

La gente oltre a non aver visto quasi nulla di cose buone effettuate, non è affatto soddisfatta della situazione in cui si trova il nostro territorio dopo 19 mesi di Commissariamento, che è pieno di buche e di strade dissestate ancora più numerose dal suo insediamento, il verde più abbandonato di prima, i bandi delle Spiagge, degli Assistenti per i bambini portatori di Handicap, per le Palestre, ecc. sospesi, revocati e ritardati, le strisce pedonali cancellate e pericolose specie vicino alle Scuole, l’Ufficio del Suolo Pubblico aperto un solo giorno alla settimana e attività economiche e Commerciali bloccate per i ritardi nel rilascio dei Certificati Antimafia.

Basta riflettere sui sbandierati “Varchi al mare” di cui si fa pià bella figura a non parlarne più in quanto era soltanto un argomento strumentale, per non ricordare i tanti sequestri annunciati a cui spesso hanno fatto seguito i relativi dissequestri, dando più che l’impressione di una volontà punitiva “a prescindere” verso le attività Balneare, persino impedendo l’ingresso agli abbonati dello specifico Stabilimento Balneare.

Forse l’andamento negativo di queste ultime stagioni è proprio dovuto a questo incredibile clima “terroristico” artatamente creato e colpire un settore comunque importante dell’economia del nostro territorio, che ha bisogno di investimenti per rinnovarsi e dare servizi adeguati ai turisti e ai cittadini che fruiscono del mare e delle spiagge. Aveva fatto ben sperare il Commissario Vulpiani quando aveva detto chiaramente che entro febbraio 2016 tutta la situazione delle Spiagge sarebbe “stata definita” risolvendo le parti eventualmente abusive e assicurando serenità e trasparenza per l’imminente stagione estiva.

L’elenco potrebbe continuare e purtroppo in garn parte di carattere negativo. Nessuno ha mai pensato ad interventi miracolosi, ma ci sono fatti su cui si era preso l’impegno diretto di intervenire, come ad esempio i Centri Anziani da rimuovere palesi disfunzioni. ed invece passano mesi e mesi con il logico aggravarsi delle situazioni.

Dobbiamo evidenziare che il bilancio sia del Commissario Sabella, che quello del Prefetto Vulpiani, è realisticamente di lasciare la situazione del Municipio “peggiore di come l’hanno trovata”.

Ci auguriamo vivamente che queste reazioni generali e le iniziative di ripristino dei diritti democratici garantiti dalla Costituzione possano trovare la giusta soluzione quanto prima con un rinnovato impegno delle forze democratiche e progressiste , di quelle Sociali e Sindacali, ad oggi troppo silenti, per essere un punto di riferimento e di garanzia alle giuste attese dei cittadini e degli operatori economici di Ostia e del X Municipio che comunque subìranno i danni per questo marchio infamante di “Ostia Mafiosa”, ricordandosi di chi è la responsabilità primaria” – lo dichiara in un comunicato Gioacchino Assogna, segretario Socialista del X Municipio.

Più informazioni su