Seguici su

Cerca nel sito

Gelo e disagi, sit-in di al liceo Anco Marzio di #Ostia

La protesta degli studenti e le studentesse contro l’inefficienza degli uffici provinciali

Più informazioni su

Gelo e disagi, sit-in di al liceo Anco Marzio di #Ostia

Il Faro on line – È previsto domani mattina al Liceo Anco Marzio di Ostia un sit-in di protesta dopo l’ondata di gelo di questi giorni: il decadimento della struttura e il mal funzionamento degli impianti di riscaldamento non permettono di vivere serenamente l’ambiente scolastico e impediscono il regolare svolgimento delle lezioni. “Tenteremo di dare un segnale forte in risposta al disinteresse della Provincia nei confronti del disagio provato quotidianamente da studenti, docenti e personale ATA” – scrivono in un comunicato gli studenti e le studentesse che si sono mobilitati.

Sì, perché al rientro dalle vacanze natalizie hanno ricevuto regali non molto graditi: termosifoni tiepidi, puntualmente spenti alle ore 12, proprio durante l’emergenza freddo per la quale il sindaco Virginia Raggi ha emesso un’ordinanza di sicurezza (giudicata proprio sul territorio del Municipio X insufficiente da più parti). E tutto ciò a causa della caldaia non funzionante, in uso ormai da più di trent’anni e mai sostituita. E non è tutto: da mesi la palestra del liceo è inagibile. Sarebbe dovuta essere riparata durante la sospensione delle lezioni. Ciò non è accaduto e così agli studenti è impedito di svolgere l’ora di educazione fisica, se non all’esterno, causando inoltre il sovraffollamento del cortile anteriore e addirittura dei corridoi. Senza contare il mal funzionamento della maggior parte dei bagni in cui, tra i vari problemi, non è possibile nemmeno aprire i rubinetti.

“Ci siamo mobilitati perché stanchi di dover affrontare ogni anno l’inverno come fosse un’emergenza, di dover indossare coperte e cappelli in classe. Stanchi di fare i conti con una Provincia indifferente, di doverci adattare a situazioni scomode e invivibili. Proprio per questo domattina alle ore 8:00 gli studenti e tutti coloro che la scuola la vivono saranno nel cortile della Sede Succursale a protestare. L’Anco Marzio farà sentire la propria voce e non si arrenderà tanto facilmente. La Scuola Pubblica è un Diritto di tutti, ed è un diritto irrinunciabile anche poterla vivere dignitosamente e con serenità”.

Più informazioni su