Seguici su

Cerca nel sito

#Ostia, striscione di CasaPound contro il M5S: “Ma quali commissioni, vogliamo le elezioni”

Chiaraluce: "Se il Pd è colpevole perchè è stato causa del commissariamento e successivamente fautore della proroga il silenzio del M5S è complice di questo scempio"

#Ostia, striscione di CasaPound contro il M5S: “Ma quali commissioni, vogliamo le elezioni”

Il Faro on line – Nella notte i militanti di CasaPound nel X Municipio, hanno affisso uno striscione, fuori dagli uffici municipali, per contestare il silenzio del M5S riguardo la proroga del commissariamento. Carlotta Chiaraluce, portavoce locale del movimento spiega così le ragioni della protesta: “Oggi i rappresentanti del M5S, dopo essere spariti a seguito delle elezioni comunali, si riaffacciano su questo territorio facendo quello che fece la giunta Marino, ossia usare gli uffici del municipio come luogo di discussione delle commissioni comunali. Ma i cittadini se ne strafregano perché vogliono tornare al voto e vogliono farlo subito. La risposta alla proroga del commissariamento da parte del sindaco Raggi e dei rappresentanti locali del M5S è stato totale silenzio”.

Se il Pd è colpevole perchè è stato causa del commissariamento e successivamente fautore della proroga – prosegue Chiaraluce – il silenzio del M5S è complice di questo scempio. La Raggi ha chiuso ad Ostia la sua campagna elettorale e da questo territorio ha preso molto voti, è comprensibile che i cittadini siano delusi dal comportamento vigliacco che il M5S sta mostrando nel non prendere una posizione in merito. Oggi non solo CasaPound contesta il commissariamento ma cittadini, associazioni locali e rappresentanti della società civile che lo faranno già il 21 gennaio, con una fiaccolata che partirà da piazza Gasparri e arriverà al municipio, con una manifestazione senza bandiere o simboli in cui come cittadini, chiederanno al Governo farci votare . Pertanto – conclude Chiaraluce – invitiamo tutti a partecipare”.