Seguici su

Cerca nel sito

Fratelli d’Italia critica le posizioni dell’assessore Arcangela Galluzzo: “#Fiumicino è abbandonata”

Picciano: "Ingiusto non raccogliere il grido d’allarme del settore turistico"

Fratelli d’Italia critica le posizioni dell’assessore Arcangela Galluzzo: “#Fiumicino è abbandonata”

Il Faro on line – “Trovo francamente fuori luogo le esternazioni dell’assessore Galluzzo nei confronti del presidente di una categoria che, a differenza sua e di tantissimi illustri esponenti della sua maggioranza, ogni anno porta nelle tasche del Comune centinaia di migliaia di euro in tasse e dà lavoro a decine e decine di famiglie.
Prendere l’sos lanciato da un intero comparto e non da una singola persona per un attacco politico dimostra lo spessore di un’amministrazione concentrata esclusivamente sull’immagine che dà all’esterno e non sulla sostanza”.
A parlare è il consigliere di Fratelli d’Italia, Giuseppe Picciano.

“Le lettere di licenziamento – prosegue – che purtroppo hanno coinvolto tantissimi operatori del settore turistico e ricettivo lo stanno a dimostrare. Fosse solo una leggera flessione, come dice lei, non ci ritroveremmo a questo punto. Non concorda? La verità è un’altra. Fiumicino non ha attrattive. I Porti di Claudio e Traiano citati dall’assessore sono un gioiello isolato dal contesto urbano. Tant’è vero che non esiste nessun mezzo pubblico che porti i turisti in città. Il punto informativo che si trova all’interno dell’aeroporto è fine a se stesso e fino a oggi non ha portato un solo turista a Fiumicino.

Continuare ad annunciare gli stati generali del turismo come panacea di tutti i mali e poi non ascoltare i suggerimenti delle associazioni di categoria è una contraddizione enorme. Bisogna invece concentrarsi sulle criticità, perché fino a oggi non è stato fatto nulla per rendere Fiumicino una città con maggiore appeal turistico. Il paese è sporco, abbandonato a se stesso, i collegamenti scarsi, il mare e le tante bellezze non vengono valorizzate. Quel poco che c’è è merito dei privati che poi appena chiedono un aiuto vengono pure sbeffeggiati”.