Seguici su

Cerca nel sito

Manfred Moelgg e Sofia Goggia. 10 podi in due, in Coppa del Mondo. Il Circo Bianco continua .. fino al Mondiale

I due finanzieri di Predazzo stanno mietendo tanti successi. Solo Manfred al momento vince il primo posto, Sofia lo rincorre, ma intanto i podi arrivano anche per lei

Manfred Moelgg e Sofia Goggia. 10 podi in due, in Coppa del Mondo. Il Circo Bianco continua .. fino al Mondiale

Il Faro on line – E’ un momento fortunato, per gli atleti della neve, del V Nucleo Atleti delle Fiamme Gialle. Esulta Predazzo, per i successi dei suoi campioni, nello sci alpino. In attesa dei Mondiali di Saint Moritz, in Svizzera, che cominceranno il prossimo 7 febbraio, due degli storici discesisti gialloverdi stanno portando grandi soddisfazioni, ai colori della Guardia di Finanza. Sono Manfred Moelgg e Sofia Goggia.

Terzo podio per Manfred. Prima posizione a Zagabria, il 5 gennaio

Manfred ha ottenuto il terzo podio stagionale, lo scorso 8 gennaio, sulla lunga e difficile pista di Adelboden. In uno dei circuiti più lunghi del Circo Bianco, Moelgg è entrato in pista, sfidando Marcel Hirscher che aspettava il risultato del vicecampione di Are 2007, nello slalom speciale, sul primo e momentaneo gradino del podio. Il finanziere di Predazzo è sceso veloce e preciso, rosicchiando all’austriaco piglia tutto, un minuto nel cronometro. Primo allora sul traguardo, Manfred. Con degli intertempi molto incoraggianti, durante la discesa, che facevano presagire la vittoria, Moelgg ha iniziato la gara, precedento Hirscher di 1’22’. Durante la seconda parte della gara, i tempi collezionati sono stati quelli di -1.11 e -1.23. Scivolando rapido e felice, verso il traguardo, non è cambiato il colore del cronometro e quel sempre verde, a simboleggiare vantaggio e velocità, nella terza parte del circuito di Adelboden, è diminuito a -0.94, ma sempre davanti. Sul traguardo, Manfred è arrivato in 1:56.70. Un deluso Hirscher ha accolto, l’avversario tricolore, che è salito sul primo gradino del podio. Dopo di lui, la gara attenta, perfetta e fluida di Kristoffersen, ha tolto a Moelgg, la gioia del primo posto. E’ scivolato allora, in seconda posizione, relegando il vinci tutto Marcel Hirscher, in terza posizione. Tuttavia, Moelgg ha ottenuto un terzo podio, del 2016/2017, che lo accompagna verso il Mondiale di febbraio, con maggiore ottimismo e soddisfazione. Il 5 gennaio, ha vinto tutto da solo, lo slalom di Zagabria e lo scorso 13 novembre a Levi, ha iniziato la sua fortunata discesa nel suo slalom del cuore, ottenendo in Finlandia, la terza posizione.

La gioia di Manfred. Sul sito della Federazione Italiana Sport Invernali, le sue parole

Ho lavorato tanto, per arrivare alla pari di Kristoffersen e Hirscher. Ora che sono con loro, lavorerò per ridurre il distacco. Sono giunto a 20 podi complessivi in carriera. La cifra tonda mi fa piacere, anche se le statistiche le guarderò con calma, tra un anno. Penso ora, a Wengen, itzbuehel e Schladming. I miei slalom preferiti e cercherò di ripetere i buoni risultati di questo inizio anno”.

3 terzi posti e 3 secondi. Il sogno del primo gradino, nel cuore di Sofia

Si preannunciano sicuramente fortunate, le sorti italiane, se lo sci tricolore dimostrerà ancora, di essere così in forma sulle nevi. Anche Sofia Goggia, dal lato dello sci alpino femminile, continua ad accrescere applausi e trofei. Tanti campanacci si stanno facendo spazio, in bacheca, come le tante posizioni favorevoli, che scalano le classifiche generali. Sono 7 in totale, i podi collezionati dalla campionessa di Predazzo e sin dall’inizio della stagione invernale. L’ultimo podio, in ordine di tempo, è arrivato in concomitanza, con il secondo posto conquistato da Moelgg, domenica scorsa. Nella gara riservata alle donne azzurre, Sofia ha ottenuto la seconda piazza, alle spalle di Tessa Worley, a Maribor, nel gigante. In uno dei tracciati più difficili, nel Circo Bianco della Coppa del Mondo, la Goggia ha sciato con grinta e determinazione. Il primo podio stagionale è giunto lo scorso 26 novembre, ancora nel gigante. Per la sciatrice gialloverde, è stato il terzo posto a regalarle, il primo sorriso in Coppa del Mondo, risalendo di sci in sci, dal 14esimo posto, della prima manche. A Killington, Sofia ha suonato la carica per spingersi ancora più in là. Ecco allora, arrivati gli altri podi. 4 di fila e nel giro di 15 giorni di gare. Un secondo e 3 terzi posti, per lei. I primi due sono arrivati a Lake Louise. Sia in discesa libera, che nel gigante. Seconda per la prima specialità e terza, nella seconda. Proseguendo, le tappe della Coppa del Mondo, la sciatrice bergamasca ha collezionato un altro secondo posto a Sestriere, nel gigante, aggiungendo un terzo posto in combinata, una settimana dopo, in Val d’Isere, dove ha fatto doppio, salendo sul terzo gradino, anche nella discesa.

La riflessione personale di Sofia Goggia, a margine del suo terzo posto a Maribor

Pensavo di avere la possibilità di vincere – ha detto Sofia Goggia, al termine della gara di Maribor, continuando – mi sembrava la giusta occasione. Non ce l’ho fatta di un nulla, ma sono ugualmente contenta di essere stata nuovamente sul podio”. Nelle sue parole, diffuse via rete, dal sito ufficiale delle Fiamme Gialle, la Goggia descrive tuttavia, dei piazzamenti che non riescono a regalarle, il primo gradino: “Chiudo un periodo che, in termini di piazzamenti, non mi ha regalato molto, ma sono sempre positiva. Non aver vinto ancora una gara, non mi condiziona per nulla. Dopo tutti gli infortuni che ho avuto, questo è l’ultimo dei miei pensieri. Adesso penso solo a restare concentrata sulla mia sciata e a tirare, le curve giuste”.

I podi degli atleti gialloverdi, sulle nevi dello sci alpino

Anche gli altri campioni gialloverdi, hanno ottenuto podi importanti in Coppa del Mondo. Stefano Gross, lo ha fatto nello slalom maschile di Campiglio. Sotto il cielo di casa, Gross ha strappato una grande terza piazza. Stessa posizione conquistata poi, anche da Florian Eisath, che in Alta Badia, è salito sul terzo gradino, nel gigante. Manuela Moelgg ha conquistato la terza posizione a Semmering, dando il via, al momento positivo, per la famiglia Moelgg. Lo sci delle Fiamme Gialle continua allora a stupire ed in vista dei Mondiali in Svizzera, le speranze si moltiplicano. I tifosi attendono. E le discese della Coppa del Mondo, anche.