Seguici su

Cerca nel sito

#Sabaudia: la filiera agroalimentare pontina sbarca in Europa

La Cassa Rurale ed Artigiana dell’Agro Pontino vara un articolato percorso mirato a valorizzare il brand e le produzioni locali sostenendo le cooperative e le aziende

#Sabaudia: la filiera agroalimentare pontina sbarca in Europa

Il Faro on line – Coinvolgere sempre più il territorio in un gioco di squadra che sia in grado di creare nuove e condivise opportunità economiche. Con quest’obiettivo, la Cassa Rurale ed Artigiana dell’Agro Pontino vara un articolato percorso mirato a valorizzare il brand e le produzioni locali sostenendo le cooperative e le aziende, con un programma che guarda in modo concreto all’export del comparto. Primo passo del progetto, una giornata di lavoro nel corso della quale economisti, esperti ed uomini di finanza si confronteranno con gli addetti ai lavori per definire le linee d’azione, entro le quali far sviluppare le diverse fasi, partendo dall’analisi di scenario e dal contesto economico locale e internazionale.

Agro Pontino, la filiera locale nel cuore dell’Europa”, questa la traccia della giornata, si svolgerà sabato 14 gennaio 2017 alle 9,30 a Sabaudia nella Sala Convegni dell’Hotel Oasi di Kufra (Lungomare Sabaudia, 8852). Si comincia con l’intervento del Presidente della Cassa Rurale ed Artigiana dell’Agro Pontino, Maurizio Manfrin, al quale è affidata l’apertura e la conclusione dei lavori. Alle 10,20 interverrà il Prof. Giacomo Vaciago (Economista e Docente del Dipartimento di Economia e Finanza dell’Università Cattolica di Milano) su: “La filiera locale e l’Italia nel contesto europeo”; alle 11,15 tavola rotonda con question time: Strumenti pratici al servizio della filiera agroalimentare” con Massimo Meliconi (Responsabile Prodotti e Servizi di Iccrea BancaImpresa) e Luigi Duranti (Responsabile Crediti Agrari di Iccrea BancaImpresa); alle 11,50 Beppe Ghisolfi (Vicepresidente Abi, Associazione Bancaria Italiana) interverrà su: “Il ruolo della Banca locale nel sostegno all’economia”; a seguire le conclusioni del Presidente Maurizio Manfrin.

Questa prima tappa diventa propedeutica alla partecipazione con uno stand, che la Cra dell’Agro Pontino allestirà a beneficio delle cooperative e aziende agricole del territorio, all’edizione 2017 della Berlino Fruit Logistica, l’evento di settore più importante d’Europa (a febbraio). Progetto avvalorato anche dai dati dell’importanza dell’export agroalimentare pontino: +70% negli ultimi 5 anni (la media regionale è +13%) per un controvalore di 2,9 miliardi, un terzo della regione. (fonte: Camera Commercio Latina).

“La Banca moderna è chiamata ad affiancare le imprese nel loro percorso di sviluppo, a maggior ragione se si tratta di Banca locale – dice il Presidente Maurizio Manfrin –. In oltre mezzo secolo abbiamo costituito un legame forte con il territorio ed è giusto che la fiducia ricevuta sia reinvestita all’interno dell’area di appartenenza, creando condizioni e strade virtuose che possano rappresentare nuove occasioni di valorizzazione della filiera locale che, sia pure rispettosa delle singole e diverse individualità imprenditoriali, comincia – come in questo caso – a ragionare in un’ottica di collaborazione”.

Per il Direttore Generale della Cra Agro Pontino, Gilberto Cesandri: «La fase di recessione degli ultimi dieci anni non ha scoraggiato i nostri imprenditori agricoli che, proprio in questo periodo con il loro impegno hanno rafforzato la leadership del settore agroalimentare locale. In questo quadro la Banca è chiamata sì a sostenere le iniziative di imprese, ma anche a creare e condividere nuovi modelli di business, allargando orizzonti e confini verso il cuore dell’Europa».