Seguici su

Cerca nel sito

#Nettuno, “E io ci sto ancora”: il libro di Enrico Gregori apre la rassegna “Per Bacco che libro!”

Dodici libri in rassegna, tanti ospiti e autori del mondo della letteratura e del giornalismo

Più informazioni su

#Nettuno, “E io ci sto ancora”: il libro di Enrico Gregori apre la rassegna “Per Bacco che libro!”

Il Faro on line – Un pomeriggio all’insegna della lettura, della musica e del buon vino. Da domani, 2 febbraio ore 16.30 nella location di Cantina Bacco, prenderà il via a Nettuno la rassegna letteraria “Per Bacco che libro”, organizzata dall’Associazione culturale 00042 insieme a Cantina Bacco e alla Scuola chitarristica di Antonio D’Augello e che ci accompagnerà fino al 27 aprile con un ricco programma: 12 libri da scoprire e leggere insieme ai rispettivi autori e ospiti del mondo della letteratura e del giornalismo. L’appuntamento per domani sarà dalle ore 16:30 alle 19.00 alla Cantina Bacco (ex Via Cisterna km. 1,00). Primo libro in rassegna sarà quello di Enrico Gregori “E io ci sto ancora”, vita e aneddoti di Rino Gaetano (Historica editore) a cui sarà dedicato il primo pomeriggio ddi Per Bacco che Libro, che si aprirà con i saluti della presidente della 00042 Elisabetta Civitan e di Giovanni Del Giaccio, che modererà l’incontro e introdurrà l’autore del libro Enrico Gregori.  Amico intimo del cantautore calabrese fin dai primi anni della sua carriera musicale, Gregori nel suo libro racconta dialoghi, episodi, aneddoti del cantautore italiano. Pagina dopo pagina emergono storie inedite, si scopre la genesi delle sue canzoni più famose privilegiando il lato umano ancor prima che quello artistico. Inoltre grazie alle testimonianze contenute nel libro delle persone più vicine a Rino – dalla sorella Anna, alla fidanzata Amelia, agli amici più cari, fino ai membri della Rino Gaetano Band e tanti altri – si ripercorre la carriera del cantautore contribuendo a svelare, in tutta la sua grandezza, un Rino Gaetano inedito.

L’autore, Enrico Gregori, è uno scrittore e giornalista. Ha iniziato l’attività giornalistica a metà degli anni ’70 come critico musicale per alcune riviste specializzate nel Rock. Grazie a ciò, conosce numerosi musicisti di fama internazionale come Bruce Springsteen e i Queen. Nel 1980 entra a “Il Tempo” e comincia a lavorare nel settore della cronaca nera. Diventa giornalista professionista nel 1983 e nel 1989 passa alla redazione de “Il Messaggero” dove ha lavorato come capo servizio della cronaca nera. Si è occupato, tra l’altro, di terrorismo, banda della Magliana, del caso Emanuela Orlandi e dei più eclatanti episodi connessi alla malavita romana. Ha pubblicato cinque romanzi, il suo precedente libro dedicato a Rino Gaetano “Quando il cielo era sempre più blu” ha riscosso un grande successo di critica e pubblico. L’appuntamento di domani sarà trasmesso in diretta sulla pagina fb di Web Social Radio (http://www.socialwebradio.com).

“Per Bacco che libro – dichiara la presidente dell’associazione 00042 Elisabetta Civitan – mette al centro la cultura dando vita ad un’esperienza nuova e interessante aperta a tutti e dedicata al piacere della lettura, nell’incantevole location di Cantina Bacco. Si tratta di una rassegna a 360 gradi che raccoglie libri e autori diversi tra loro, ma che con i loro racconti faranno scoprire nuove e vecchie storie, ma anche inchieste e casi di cronaca spesso dimenticati”.

Il vicepresidente di Cantina BaccoGiuseppe Combi, spiega così i motivi che hanno portato l’azienda ad aprire le “porte” della cantina: “Per noi è un onore poter ospitare una rassegna così importante per la nostra città e il nostro territorio. Cantina Bacco punta a diventare un luogo privilegiato per l’incontro di artisti, artigiani e giornalisti con la speranza che questa iniziativa possa essere uno stimolo ulteriore di condivisione culturale fra le menti più creative del nostro territorio”.

 Per quanto riguarda gli altri appuntamenti in programma a febbraio, l’Associazione 00042 ricorda che il secondo libro in programma verrà presentato giovedì 9 febbraio. La rassegna letteraria, aperta da Maurizio D’Eramo, sarà dedicata al fantaromanzo storico “In Aeternum” di Silvia Matricardi (Youcan print editore), ambientato tra Roma e Antium. Protagonista del libro è Giulio, ossessionato dal fantasma della Fanciulla della Via Appia, che chiede aiuto a Clarissa, una psicologa tanto qualificata quanto aperta ad ipotesi di lavoro alternative. Scopre così di dover annullare una maledizione vecchia di duemila anni, lanciata contro la bellissima ragazza che turba il suo sonno, l’imperatore Nerone ed il misterioso Simon Mago. Il pomeriggio sarà allietato dall’intermezzo musicale di Antonio Sgueglia. Dal fantaromanzo si passa il 16 febbraio alle storie degli italiani negli Stati Uniti insieme a Umberto Mucci, autore del libro “We the ItaliansStorie di italiani negli Stati Uniti” (Armando Editore), in cui raccoglie una selezione delle migliori interviste da lui realizzate per la piattaforma online We the Italians. A presentare l’evento sarà Gabriele Federici, seguirà l’intermezzo musicale di Federico Cirulli.

Eventi a Marzo e Aprile – Per Bacco che libro continuerà anche a marzo ed aprile. Il 2 marzo verranno presentati i due libri “Onora la madre” (Rubbettino editore) e “Bambini a metà. I figli della ‘ndragheta” (Perrone Editore), della giornalista Angela Iantosca. L’incontro, moderato da Giancarlo Calderaro, sarà accompagnato da un intermezzo musicale di Gianmarco Ottaviani. Televisione e politica saranno, invece, i due temi del pomeriggio del 9 marzo, quando i lettori potranno scoprire il libro di Gennaro Pesante, “I politici e il controllo della televisione” (Historica editore) e conoscere l’autore insieme al giornalista Giovanni Del Giaccio che aprirà l’appuntamento in rassegna. Il 16 marzo Per Bacco che libro avrà come ospite Ilaria Guidantoni, autrice del libro “Lettera a un mare chiuso per una società aperta” (Albeggi edizioni), un diario intimo che diventa una lettera aperta di riflessione filosofica e politica sui cambiamenti che stanno scuotendo il mare nostrum. Ad introdurre l’autrice Angelo Pugliese e Giovanni Del Giaccio, seguirà l’intermezzo musicale di Antonio Sgueglia.

La malasanità italiana sarà il tema centrale del 23 marzo con la presentazione del libro inchiesta “Sangue sporco” (Giubilei & Regnani editore) del giornalista Giovanni Del Giaccio, che racconterà e ripercorrerà alcuni casi simbolici come lo scandalo degli emoderivati. Durante l’incontro, moderato da Giancarlo Calderaro, si parlerà anche del documentario The bloodgate, poi seguirà l’intermezzo musicale di Gianmarco Ottaviani. Il 30 marzo sempre alla Cantina Bacco il pomeriggio sarà dedicato a “Leo Longanesi. Il borghese­ conservatore” (Giubilei & Regnani editore), il libro di Francesco Giubilei che racconta una delle più geniali e irriverenti figure del panorama culturale italiano del Novecento. Insieme all’autore e a Giovanni Del Giaccio, che modererà l’incontro, si potrà conoscere pagina dopo pagina la storia del grande borghese conservatore, seguirà l’intermezzo musicale di Antonio Sgueglia.

Più informazioni su