Seguici su

Cerca nel sito

Un Liceo Sportivo per la rinascita di Amatrice. Il Sindaco: “Dalle macerie si riparte con una visione del futuro che passa per i giovani”

Coni e Miur sullo start, per la realizzazione strutturale. I corsi cominceranno a settembre. La scuola ospiterà studenti da tutta Italia e sarà completamente gratuita

 

Un Liceo Sportivo per la rinascita di Amatrice. Il Sindaco: “Dalle macerie si riparte con una visione del futuro che passa per i giovani”

Il Faro on line – Un forte segnale di speranza arriva dallo sport, per Amatrice. Più volte, negli scorsi mesi, grazie al fondo statale, Sport e Periferie, il Presidente del Coni, Giovanni Malagò, non aveva nascosto la volontà di creare progetti ed infrastrutture. Seguendo questa linea programmatica allora, lo scorso 1 febbraio, presso la sede del Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca, si è tenuta una conferenza stampa di presentazione, di un progetto importante.

Nascerà un Liceo Scientifico ad indirizzo sportivo e internazionale, per tutti gli studenti che una volta finito il percorso scolastico, vorranno essere atleti o tecnici. Presenti alla conferenza, anche il Sindaco della cittadina laziale, martoriata dal terremoto, Sergio Pirozzi e la Ministra Valeria Fedeli. Questo progetto scolastico si svilupperà all’interno dell’Istituto Omnicomprensivo “Romolo Capranica”, che per 5 anni attiverà questo nuovo ed innovativo cammino scolastico e metodologico. Completamente gratuito. Il Coni interverrà direttamente, all’interno di questo quinquennio, inviando periodicamente presso il Liceo, allenatori e professionisti di vario tipo, per il supporto specifico agli studenti. Ci saranno tutti gli sport da praticare e sperimentare, insieme allo studio obbligatorio delle lingue straniere, tra cui inglese, francese o spangolo. Potranno anche fare degli stage all’estero. La scuola potrà essere fornita anche di un convitto alloggio, dove ospitare gli studenti provenienti da tutta Italia: “E’ una idea straordinaria – ha sottolineato il Presidente Malagòla vera sfida è convincere i ragazzi ad andare ad Amatrice. Verrà creata una eccellenza, a livello nazionale ed internazionale”. E’ alla base del progetto, un’importanza e non solo a livello scolastico. Amatrice ha bisogno di risorgere e partire dai giovani e dal futuro può essere un forte segnale di reazione. Lo stesso Sindaco Pirozzi, ci tiene a sottolineare questo concetto: “Dalle macerie si riparte con una visione, verso il futuro, che passa per i giovani. Ringrazio la Ministra Giannini, oltre alla Fedeli. Ringrazio anche Malagò ed il Governo”. Sin dai primi giorni della tragedia, lo sport ha dimostrato di essere concretamente accanto, alle popolazioni colpite dal sisma: “Si era deciso di fare qualcosa – ha ribadito ancora Malagò, come indicato dalla notizia diffusa dal sito del Conidopo i vari sismi, lo scenario è cambiato e noi siamo stati sempre in prima linea”.

L’attuale Governo seguirà gli sviluppi di questa nevralgica iniziativa ed il Miur sosterrà la realizzazione della struttura: “Si tratta di un segnale speciale, anche perché saprà essere motivo di attrazione – ha dichiarato la Ministra Fedelil’11 marzo sarò ad Amatrice, per fare il punto della situazione. Stiamo dando un messaggio di speranza e sostegno”.

Anche gli atleti sono stati protagonisti, della conferenza stampa. Proprio loro, ai quali i giovani guardano con fiducia e speranza. Loro che sono messaggio di forza e di ottimismo. Il progetto scolastico è stato appoggiato da Fabio Basile, oro a Rio 2016 nel judo, da Valentina Moscatt, campionessa del judo italiano, insieme a Martina Turco, atleta del salto con l’asta, che ha realizzato lo sport promozionale del progetto, grazie alla collaborazione tra l’Istituto Superiore Statale Cine Tv Roberto Rossellini di Roma e la società Atletica Studentesca Rieti Andrea Milardi.

Al termine della bella giornata trascorsa al Miur, Valentina Moscatt ha rilasciato una piccola dichiarazione di appoggio, all’iniziativa, come indicato dal video sul sito ufficiale del Coni: “Sono contentissima di aver partecipato a questa iniziativa. E’ splendida. Un punto di partenza per i ragazzi che possono dedicarsi allo studio e allo sport. Lo sport è una cosa veramente importante che aiuta a crescere e formare il ragazzo e aiuta a divertirsi. Speriamo che questo progetto vada avanti e forza ad Amatrice ed al Liceo Scientifico Sportivo”.

Foto : Coni