Seguici su

Cerca nel sito

#Fiumicino, ponte Due giugno, prove di carico effettuate. Ci siamo quasi… fotogallery

E' al vaglio la realizzazione di una Ztl, una zona a traffico limitato per impedire in particolari ore l'accesso ai non residenti

Il Faro on line – Sono state effettuate ieri mattina le prove di carico per il collaudo strutturale statico e dinamico del nuovo ponte Due Giugno: mentre due camion da 40 tonnellate ciascuno attendevano in prossimità del cantiere, i tecnici specializzati del laboratorio incaricato per effettuare i rilievi hanno posizionato gli strumenti per le misurazioni sul piano di calpestìo dell’impalcato. “Verrà calcolato – ci spiega Alessandro Di Silvestre, dirigente dell’area Lavori Pubblici e Manutenzione Urbana – l’abbassamento del ponte, già previsto dal piano di carico e il rilascio della struttura a carico rimosso. Ovviamente si tratta di misurazioni micrometriche, stiamo parlando di oscillazioni di qualche millimetro”.

Le prove di carico effettuate sono state 4, con i camion collocati in quattro posizioni diverse per verificare la corretta tenuta della struttura. Il collaudo statico è stato poi integrato dalle prove dinamiche che, come prevede la legge, hanno permesso di constatare la rispondenza del ponte alle sollecitazioni di tipo dinamico rilevando le eventuali vibrazioni e misurando la capacità di assorbimento delle stesse da parte dell’impalcato.

Tutto quindi secondo i tempi stabiliti dal cronoprogramma: “Stiamo rispettando la tabella di marcia prevista – afferma l’assessore ai Lavori Pubblici Angelo Caroccia – mentre una squadra di operai lavora sul ponte, un secondo gruppo interviene sulle altre opere connesse al ponte”.

Proseguono a pieno ritmo infatti, i lavori per il completamento dei camminamenti per le passerelle pedonali, a monte e a valle del ponte, per entrambi i lati: “Le passerelle – continua Caroccia – sono il fiore all’occhiello della nuova struttura: dal desing moderno e dai materiali ecocompatibili, hanno portato un ulteriore vantaggio, quello dell’abbattimento dei costi.

I camminamenti laterali al ponte, finalmente fruibili anche dai portatori di handicap, hanno permesso al Comune di usufruire del regime dell’iva agevolata, con un bel risparmio per le casse dell’ente”.

E mentre all’esterno si lavora per dare gli ultimi ritocchi alla struttura, all’interno dei piloni sono state completate le opere antisismiche e montati quattro nuovi motori per le alzate dell’impalcato.

Inoltre si stanno liberando le aree di pertinenza limitrofe al ponte, bonificandole da arbusti e sterpaglie, mentre proseguono a pieno ritmo i lavori per la nuova viabilità. “Stiamo intervenendo – spiega l’Assessore – per l’allargamento delle rampa di accesso al ponte: quella attuale sarà ampliata di un’intera corsia e dotata di una semi-rotatoria per facilitare il transito delle auto in direzione Roma e Fiumicino centro. L’obiettivo è quello di rendere più fluido il traffico, soprattutto nelle ore più congestionate, cercando di limitare al minimo i disagi della circolazione”.

“In questi giorni – conclude Caroccia – i cittadini hanno subito una serie di disagi dovuti al traffico, è vero, ma queste settimane in cui il ponte è rimasto chiuso hanno messo ancora di più in evidenza come non sia l’utenza locale a creare code interminabili lungo la Portuense e a intralciare la viabilità locale, piuttosto il problema del traffico è da rintracciarsi in chi usa le vie del centro cittadino come luogo di passaggio per raggiungere altre località, per arrivare a Ostia.

Per questo motivo, per cercare una soluzione al problema, è al vaglio dei nostri uffici lo studio per la realizzazione di una Ztl, una zona a traffico limitato da attuare solo in alcune zone del territorio e solo nelle ore pomeridiane più critiche».