Seguici su

Cerca nel sito

#Nettuno, a “Per Bacco che libro!” il romanzo fantastorico di Silvia Matricardi

La presentazione sarà allietata dalla lettura recitata di alcuni brani a cura degli attori del Gruppo teatrale Arte Nativa, seguirà l'intermezzo musicale di Antonio Sgueglia e la degustazione di vini

#Nettuno, a “Per Bacco che libro!” il romanzo fantastorico di Silvia Matricardi

Il Faro on line – Secondo appuntamento a Nettuno con “Per Bacco che Libro”, la rassegna letteraria organizzata dall’Associazione culturale 00042 insieme a Cantina Bacco e alla Scuola chitarristica di Antonio D’Augello. Domani pomeriggio giovedì 9 febbraio, dalle ore 16.30 alle 19.00, nella location di Cantina Bacco (via Eschieto 1 – ex via cisterna km 1- Nettuno), verrà presentato “In Aeternum“, il romanzo fantastorico di Silvia Matricardi, ispirato ad una vicenda storica, e ambientato tra Roma, Ardea e Anzio. Ad aprire il pomeriggio sarà la presidente della 00042 Elisabetta Civitan e Maurizio D’Eramo che, insieme a Michelangelo Pastore, modererà l’incontro e presenterà l’autrice del libro edito da Youcan print editore. Giornalista e scrittrice, Silvia Matricardi ci porterà alla scoperta del suo fantaromanzo, una storia d’amore e di odio, di vita e di morte, di fantasmi e di magia, di calunnie e di faticosa ricerca della verità. Protagonista è Giulio che, ossessionato dal fantasma della Fanciulla della Via Appia, chiede aiuto a Clarissa, una psicologa tanto qualificata quanto aperta ad ipotesi di lavoro alternative. Scopre così di dover annullare una maledizione vecchia di duemila anni, lanciata contro la bellissima ragazza che turba il suo sonno; inoltre cercherà di capire che tipo di legame ci possa essere con l’imperatore Nerone e chi sia il misterioso Simon Mago.

La presentazione sarà allietata dalla lettura recitata di alcuni brani a cura degli attori del Gruppo teatrale Arte Nativa, seguirà l’intermezzo musicale di Antonio Sgueglia e la degustazione di vini. Intanto cresce la curiosità e l’interesse per la rassegna letteraria che giovedì scorso, al suo debutto, ha registrato un successo di pubblico e presenze. È soddisfatta la presidente della 00042 Elisabetta Civitan che dice: “Per Bacco che Libro si è aperto nel migliore dei modi, molte persone hanno seguito con interesse e partecipazione il primo appuntamento, dedicato al libro su Rino Gaetano scritto da Enrico Gregori, e apprezzato la bellissima sala che la Cantina Bacco ci ha messo a disposizione. Speriamo di bissare il numero di presenze anche nelle prossime presentazioni, in programma ogni  giovedì a Nettuno fino al 27 aprile. Siamo convinti  che si possa fare cultura anche fuori dai soliti contesti, valorizzando le buone pratiche che abbiamo sul nostro territorio. Ed è quello che vogliamo dimostrare con questa nuova rassegna letteraria che unisce il mondo della lettura, della buona musica e quello del vino”.

Sempre a febbraio, Per Bacco che Libro ci farà scoprire il 16 febbraio le storie degli italiani negli Stati Uniti insieme a Umberto Mucci, autore del libro “We the ItaliansStorie di italiani negli Stati Uniti” (Armando Editore), in cui raccoglie una selezione delle migliori interviste da lui realizzate per la piattaforma online We the Italians. A presentare l’evento sarà Gabriele Federici, seguirà l’intermezzo musicale di Federico Cirulli.  A marzo l’appuntamento con la rassegna letteraria, sarà giovedì 2  insieme alla giornalista Angela Iantosca che presenterà i due suoi libri”Onora la madre” (Rubbettino editore) e “Bambini a metà. I figli della ‘ndragheta” (Perrone Editore). L’incontro, moderato da Giancarlo Calderaro, sarà accompagnato da un intermezzo musicale di Gianmarco Ottaviani. Televisione e politica saranno, invece, i due temi del pomeriggio del 9 marzo, quando i lettori potranno scoprire il libro di Gennaro Pesante, “I politici e il controllo della televisione” (Historica editore) e conoscere l’autore insieme al giornalista Giovanni Del Giaccio che aprirà l’appuntamento in rassegna. Il 16 marzo Per Bacco che libro avrà come ospite Ilaria Guidantoni, autrice del libro “Lettera a un mare chiuso per una società aperta” (Albeggi edizioni), un diario intimo che diventa una lettera aperta di riflessione filosofica e politica sui cambiamenti che stanno scuotendo il mare nostrum. Ad introdurre l’autrice Angelo Pugliese e Giovanni Del Giaccio, seguirà l’intermezzo musicale di Antonio Sgueglia.

La malasanità italiana sarà il tema centrale del 23 marzo con la presentazione del libro inchiesta “Sangue sporco” (Giubilei & Regnani editore) del giornalista Giovanni Del Giaccio, che racconterà e ripercorrerà alcuni casi simbolici come lo scandalo degli emoderivati. Durante l’incontro, moderato da Giancarlo Calderaro, si parlerà anche del documentario The bloodgate, poi seguirà l’intermezzo musicale di Gianmarco Ottaviani. Il 30 marzo sempre alla Cantina Bacco il pomeriggio sarà dedicato a “Leo Longanesi. Il borghese­ conservatore” (Giubilei & Regnani editore), il libro di Francesco Giubilei che racconta una delle più geniali e irriverenti figure del panorama culturale italiano del Novecento. Insieme all’autore e a Giovanni Del Giaccio, che modererà l’incontro, si potrà conoscere pagina dopo pagina la storia del grande borghese conservatore, seguirà l’intermezzo musicale di Antonio Sgueglia.